Turismo & Vacanze

 

Emilia Romagna. Sport e turismo. Una bici social: la Regione mette in strada i suoi giovani atleti.

Emilia Romagna. Sport e turismo. Una bici social: la Regione mette in strada i suoi giovani atleti. Sono 11 i ragazzi di #InEmiliaRomagna Cycling Team - ideato da Apt Servizi Emilia Romagna e Consorzio Terrabici - che da marzo a ottobre, sotto la supervisione del direttore tecnico Michele Coppolillo, prenderanno parte alle gare del calendario ciclistico under 23 su strada diventando, corsa dopo corsa, ambasciatori della regione attraverso la Rete. Si tratta di giovani promesse del ciclismo, tutti atleti emiliano-romagnoli, nati a Guastalla (Re), Faenza (Ra), Nontantola (Mo) e Cesena (Fc), che sui loro singoli profili social, su quelli Facebook e Instagram della squadra e su un sito dedicato (www.inemiliaromagnacyclingteam.it) racconteranno la loro esperienza sulle strade d’Italia e d’Europa, sottolineando allo stesso tempo la grande ricchezza del nostro territorio, a partire dall’enogastronomia e da una Motor Valley unica al mondo, fino alle eccellenze artistiche e culturali e le bellezze di un paesaggio e di luoghi di grande suggestione e tradizione.

EMILIA ROMAGNA. Lo sport agonistico come strumento di promozione turistica e valorizzazione dei territori. Anche e soprattutto attraverso i social network. Con un format di comunicazione che ha pochissimi precedenti al mondo, l’Emilia Romagna mette in strada una squadra di ciclismo under 23 con l’obiettivo di raccontare le eccellenze regionali anche [...]

16 marzo 2019 0 commenti

Cesenatico. Videosorveglianza: finanziato il progetto presentato nel 2018 dal Comune rivierasco.

Cesenatico. Videosorveglianza: finanziato il progetto presentato nel 2018 dal Comune rivierasco. Ai 622.000 € appena approvati si devono sommare i 400.000 € investiti nel 2018 per l’installazione delle prime 73 telecamere e della stesura di fibra ottica in diversi punti del paese, proprio per rendere operativi i nuovi strumenti di controllo del territorio. Il progetto, concluso nel 2018, ha visto l’installazione di telecamere su tutto il lungomare di Levante (viale Carducci), in piazza Andrea Costa, nelle rotatorie principali, in piazza Michelangelo e nei due accessi del parco di Levante lato viale dei Mille. Grazie al nuovo finanziamento ministeriale e, in aggiunta, le somme previste dal Comune, sarà completata via Cesenatico, via Campone Sala fino al confine con la frazione di Sant’Angelo di Gatteo, via Saffi, via Litorale Marina fino al confine con Gatteo Mare, i due accessi del parco di Levante lato ospedale e lato piscina e, infine, verranno previste nuove installazioni sul lungomare di Ponente e in prossimità delle scuole presenti nel quartiere di Ponente. Complessivamente il progetto vedrà l’installazione in tutto il territorio comunale di 111 telecamere, di cui 73 già installate e 38 da installare.

CESENATICO. Nei giorni scorsi la prefettura di Forlì-Cesena ha ufficialmente comunicato al comune di Cesenatico l’aggiornamento delle graduatorie per le domande di ammissione ai finanziamenti per i progetti di videosorveglianza a seguito del decreto legge n.14 del 2017 convertito poi con la legge n.48 del 18 aprile 2017 ( Disposizioni [...]

15 marzo 2019 0 commenti

Rimini. Velostazione ‘Bike park’: il bando per la concessione.Deposito, noleggio e riparazione bici.

Rimini. Velostazione ‘Bike park’: il bando per la concessione.Deposito, noleggio e riparazione bici. In particolare la gara ha per oggetto l’affidamento in concessione del servizio di gestione della Velostazione. I servizi, che costituiscono sia in termini economici che funzionali l'oggetto principale del contratto, consistono principalmente del deposito e custodia delle biciclette; del servizio di noleggio biciclette; di un servizio bar e attività a carattere commerciale legata ai cicli; per la ricarica biciclette elettriche; la manutenzione e riparazione delle biciclette; la pulizia e manutenzione ordinaria dell’immobile “Ex Globo” e dell’area antistante; la realizzazione di eventi e attività complementari. La concessione sarà aggiudicata secondo il criterio della offerta economicamente più vantaggiosa individuata in base sia a elementi gestionali e tecnici (85/100), sia a elementi quantitativi ed economici (15/100). Gli operatori economici interessati, in possesso dei requisiti richiesti, dovranno far pervenire la loro manifestazione di interesse ad essere invitati alla successiva procedura negoziata con modalità elettronica.

RIMINI. E’ in pubblicazione sul sito del comune di Rimini l’indagine esplorativa per raccogliere le manifestazioni di interesse all’affidamento in concessione dei servizi di deposito custodito, noleggio e riparazione biciclette da svolgere nella nuova Velostazione ‘Bike park‘ in via Dante Alighieri nei pressi della stazione ferroviaria, a cui farà seguito [...]

15 marzo 2019 0 commenti

Creta. Origini d’un passato sepolto in un labirinto. Con Minosse, Pasifae e il Minotauro.

Creta. Origini d’un passato sepolto in un labirinto.  Con Minosse, Pasifae e il Minotauro. C’è viaggio e viaggio, uno sempre diverso dall’altro, e questo tra gli altri è stato un viaggio nella mitologia. Greca, più che romana o d’altra area del Mediterraneo. Un ‘tuffo’ quindi nel passato remoto della nostra cultura europea di cui sentivo il bisogno dopo anni trascorsi sui libri per meglio conoscere quelle genti ( in buona parte) ancora ‘ misteriose’ e tuttavia ‘ fascinose’ che abitarono l’ isola di Creta dal protominoico al subminoico, più o meno dal IV al I millennio a.C., in un’area mediterranea più mare Egeo che Ionio. A 5 chilometri da Iraklion, nella vallata del fiume Katsambàs, su un’altura posta sulla sua riva occidentale non lontano dal mare e protetta dalla catena dello Haghios Ioannis, si trova l’insediamento urbano noto con il nome pre-ellenico di Cnosso. Ovvero un remoto e labirintico centro ’palaziale’ che, se rapportato alle dimensioni urbanistiche odierne, appare ( tutto sommato ) assai contenuto nel suo chilometro quadrato o poco più d’espansione.

CRETA. C’è viaggio e viaggio, uno sempre diverso dall’altro, e questo tra gli altri è stato un viaggio nella mitologia. Greca, più che romana o d’altra area del Mediterraneo. Un ‘tuffo’ quindi nel passato remoto della nostra cultura europea di cui  sentivo il bisogno dopo anni trascorsi sui libri per [...]

13 marzo 2019 0 commenti

Ravenna. Eventi: ‘La Pietà’ di Giovanni Manfredini alla Biblioteca Classense visitabile fino al 14 marzo.

Ravenna. Eventi:  ‘La Pietà’ di Giovanni Manfredini alla Biblioteca Classense visitabile fino al 14 marzo. Manfredini ha presentato il suo lavoro nell'ambito della rassegna 'Ascoltare bellezza' , che ha portato nel 2018 quattro importanti artisti contemporanei ad esporre un'opera site-specific nella sala del Mosaico della Classense. L’esposizione di Giovanni Manfredini è stata inaugurata il 21 dicembre 2018, per il solstizio d'inverno, e ha subito registrato un notevole interesse di pubblico e stampa specialistica. La Pietà riporta il calco dell'artista, una tecnica molto particolare, frutto di attente sperimentazioni che vogliono richiamarci all'esperienza del Cristo. Presso il Museo della Città di Rimini Manfredini presenta Corpo Sacro, un’opera posta in relazione con la Pietà di Giovanni Bellini e con la scultura lignea di Giovanni Teutonico. Sue opere sono presenti in collezioni private e pubbliche e in diversi musei internazionali.

RAVENNA. E’ visitabile fino a giovedì 14 marzo nella sala del Mosaico della Biblioteca Classense l’opera di Giovanni Manfredini La Pietà (calco corporeo e tecnica mista su tavola, cm 200×150). Manfredini ha presentato il suo lavoro nell’ambito della rassegna ‘Ascoltare bellezza’ , che ha portato nel 2018 quattro importanti artisti contemporanei [...]

Cesenatico. Lettera ai proprietari delle ex colonie marine: 17 situate a Ponente e 8 a Levante.

Cesenatico. Lettera ai proprietari delle ex colonie marine: 17 situate a Ponente e 8 a Levante. Nella lettera si intimano i proprietari ad intervenire per mettere in atto ogni mezzo di difesa passiva o di impedimento fisico teso ad ostacolare l’utilizzo abusivo e incompatibile con lo stato precario della colonia stessa. Inoltre un altro obbligo a carico dei proprietari è la manutenzione delle aree cortilizie: lo sfalcio dell’erba, le potature e il ripristino delle recinzioni. Oltre al richiamo all’Ordinanza sindacale del 23 aprile 1997 viene richiamato l’art. 31 ter del ‘Decreto sicurezza’ convertito poi nella legge n.132 del 1° dicembre 2018. La comunicazione a tutti i proprietari è un ulteriore passo che fa seguito agli incontri avvenuti presso la prefettura di Forlì-Cesena e aventi ad oggetto il monitoraggio degli immobili abbandonati, al fine di evitare occupazioni abusive, degrado e pericoli collegati alla sicurezza. Nei mesi scorsi, infatti, Polizia locale di Cesenatico e Carabinieri hanno svolto un monitoraggio accurato di tutte le colonie esistenti, individuando le criticità e le varie aperture che devono essere ripristinate dai proprietari.

CESENATICO. Il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli ha inviato una lettera a tutti i proprietari delle ex colonie marine situate nel territorio comunale di Cesenatico che, oggi, versano in stato di abbandono e degrado. La lettera, controfirmata dalla dirigente della Polizia locale dott.ssa Iris Gavagni, è stata indirizzata ai proprietari [...]

Bologna. XII Festival della zuppa. La gara culinaria più divertente d’Italia. E’ gratuita e aperta a tutti.

Bologna. XII Festival della zuppa. La gara culinaria più divertente d’Italia. E’ gratuita e aperta a tutti. Il Festival internazionale della zuppa di Bologna è una festa di strada animata da volontari, 'zuppanti' in gara, assaggiatori, curiosi e artisti di strada, dedicata alla condivisione e all’incontro di ricette e culture, sapori e saperi, ma soprattutto di persone che lasciano da parte ogni differenza in nome della comune passione per il cibo. La competizione tra zuppe, brodi e minestre è divertente e scherzosa, ma il presupposto del festival è qualcosa di profondo e importante per tutti: la zuppa avvicina le persone, i popoli e le culture ed è il pretesto per creare socialità, aprire la periferia della città all’Europa e al Mondo e vivere diversamente lo spazio pubblico urbano che finalmente rivela l’incredibile tesoro delle realtà che lo compongono.A Bologna il Festival è arrivato più di 10 anni fa, nel lontano 2006, conquistando fin da subito strade, cucine e tantissime pance. Il Gran festival internazionale della zuppa di Bologna fino al 2014 è stato ospitato dal quartiere Navile a Corticella, tra via Stoppato, via Colombarola e Villa Torchi, svolgendosi a ridosso del 25 Aprile per celebrare la festa della Liberazione. Nel 2015, giunta alla sua X edizione, si è spostata al Pilastro nel quartiere San Donato - San Vitale, regalando ai suoi residenti una giornata all’insegna della convivialità; la location è confermata anche per questa XII edizione.

Milano, 7 marzo 2019 – ‘SOUPport the Soup – La scintilla sei tu!’ Questo è lo slogan che accompagna la XII edizione del Festival internazionale della zuppa di Bologna, competizione gastronomica popolare che per il 2019 rinnova l’appuntamento con gli appassionati di zuppa (e non solo) il prossimo 5 maggio. La [...]

Rimini. Lotta all’inquinamento: dai nuovi bus alle piantumazioni. Tutte le iniziative del Comune.

Rimini. Lotta all’inquinamento: dai nuovi bus alle piantumazioni. Tutte le iniziative del Comune. Qualità dell’aria: oltre alle due centraline Flaminia e Marecchia, c'è la rilevazione da ultimare in via Roma e la rilevazione in corso di avvio in zona centro studi Colonnella. Nel 2015 fu fatta un’analoga rilevazione nella zona centro studi di Viserba; L' ufficio Energia insieme all'ufficio SIT hanno in progetto la redazione delle mappe tematiche inerenti agli interventi di efficientamento energetico effettuati sul territorio comunale in modo tale da rafforzare la conoscenza degli interventi realmente effettuati al fine di ridurre le emissioni di CO2, incrementare le Fonti energetiche rinnovabili e migliorare il risparmio energetico;numerose le piantumazioni (es. viale Principe Amedeo, viale Dandolo, rotonda sulla Statale in corrispondenza di Fiabilandia, scuola Viserba, abeti vicino al campo di baseball e a Montecieco, via Gioia; piantumazioni nei parchi: parco Marecchia, Spina Verde (Miramare), via Parigi (Miramare), via Lotti (Viserba); Campagna 'Dona un albero alla tua citta'.

RIMINI. Il contrasto all’inquinamento è una priorità soprattutto per i comuni della pianura padana che in questi anni hanno messo in atto diverse iniziative, non solo sul piano delle limitazioni al traffico.  Si tratta di azioni precise che fanno parte di un ventaglio ben più ampio e diversificato. Un impegno [...]

Cesena. L’aria torna ad essere inquinata. Nuova emergenza. Stop in città per i diesel Euro 4.

Cesena. L’aria torna ad essere inquinata. Nuova emergenza. Stop in città per i diesel Euro 4. In particolare, è previsto lo stop alla circolazione di tutti i veicoli diesel euro 4 (o inferiori) dalle 8,30 alle 18,30 nell’area urbana già interessata dalle altre limitazioni del traffico. Inoltre, per tutti i veicoli sarà vietata la sosta con motore acceso. Alcune limitazioni riguardano anche gli impianti di riscaldamento. Nei prossimi giorni, infatti, le temperature medie nelle abitazioni dovranno essere abbassate fino a 19 gradi, mentre quelle degli spazi commerciali e ricreativi dovranno essere portate a 17 gradi. Sono esclusi da queste indicazioni gli ospedali e le case di cura, le scuole e i luoghi che ospitano attività sportive. Non potranno, poi, essere usati i generatori di calore domestici alimentati a biomassa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) installati in zone sotto i 300 metri di altitudine e con prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe '4 stelle'. Vietati, infine, la combustione all'aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d'artificio...) e lo spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili. Questi provvedimenti rimarranno in vigore almeno fino a giovedì 7 marzo.

CESENA. Dopo una settimana di tregua,  è tornato sopra i limiti la concentrazione di polveri sottili e di conseguenza scattano le misure emergenziali previste dal Piano regionale per la qualità dell’aria. Mentre giovedì scorso il territorio di Forlì-Cesena risultava al di fuori dei Comuni regolati dalle limitazioni, con il bollettino [...]

Rimini. Al Museo della Città la ‘Madonna Diotallevi’ di Raffaello ( 31 ottobre 2010 – 6 gennaio 2020).

Rimini. Al Museo della Città la ‘Madonna Diotallevi’ di Raffaello ( 31 ottobre 2010 – 6 gennaio 2020). La mostra offrirà inoltre l’opportunità di approfondire il profilo dell’ultimo proprietario, che fu anche Gonfaloniere della città, committente dell’architetto Luigi Poletti per il teatro (e per la propria dimora di campagna, l’attuale Villa Mattioli) e di Francesco Coghetti, col quale tenne personali rapporti per la realizzazione del sipario. Il ritorno a Rimini dopo 178 anni della Madonna che fu dei Diotallevi è dunque un’operazione espositiva identitaria di recupero della memoria di un dipinto a lungo ammirato in città fino alla sua vendita, e un’occasione di studio assai proficua per meglio conoscerne la storia prima del suo ingresso nel museo di Berlino. La mostra sarà ospitata al Museo della Città 'Luigi Tonini' dal 31 ottobre 2010 al 6 gennaio 2020, ponendosi all’apertura delle celebrazioni dei cinquecento anni dalla morte del grande artista urbinate. Il prestito consentirà la realizzazione di un’esposizione temporanea incentrata sull’opera, considerata uno dei più importanti dipinti giovanili del pittore urbinate. È la conclusione di un lungo percorso iniziato nell’ottobre 2016 con i primi contatti legati alla richiesta di prestito della Pietà di Giovanni Bellini del Museo della Città per la mostra internazionale 'Mantegna e Bellini' allestita dall’ottobre 2018 alla National Gallery di Londra e inaugurata ora alla Gemäldegalerie di Berlino dove rimarrà aperta fino al 30 giugno.

RIMINI. È ufficiale. E’ arrivata la  conferma, tramite lettera ufficiale, della direzione dei musei statali di Berlino del prestito ai Museo della Città della Madonna Diotallevi di Raffaello Sanzio, appartenuta fino all‘Ottocento alla collezione del riminese Audiface Diotallevi da cui prende il nome. Un prestito che consentirà la realizzazione di [...]