Usi & Costumi

 

Forlì. Appuntamento con la fiera delle Domeniche di Natale. ‘Scrigno’ di ‘tesori’ per regali e acquisti.

Forlì. Appuntamento con la fiera delle Domeniche di Natale. ‘Scrigno’ di ‘tesori’ per regali e  acquisti. È arrivato il momento di cominciare a pensare seriamente ai regali e agli acquisti per le feste e, in alternativa a negozi e centri commerciali, a Forlì torna la Fiera delle Domeniche di Natale, uno scrigno di tesori per chi ama frugare fra le bancarelle e non rinuncia al contatto diretto con il venditore. Che si tratti di abbigliamento, accessori, prodotti per la casa o la persona, le parole d'ordine sono risparmio e qualità: quelle che vi propongono i centoundici negozi su ruote che vi danno appuntamento in piazza Cavour, piazza Ordelaffi, via delle Torri e piazza Saffi nelle domeniche dell’ 8, 15 e 22 dicembre 2019, dalle ore 7.30 alle 20. Una passeggiata al mercato ambulante delle feste, nel cuore del centro storico di Forlì, addobbato ad arte per creare un’atmosfera natalizia, oltre ad essere divertente, può riservare delle graditissime sorprese! L’ indispensabile avere tempo, gustarsi il piacere di cercare, guardare, toccare e provare, con un po’ meno timore che nei negozi.

FORLI’. Domenica 8, 15 e 22 dicembre, da piazza Saffi a piazza Cavour, il tradizionale mercato ambulante delle festività natalizie nel centro storico di Forlì. Domenica 8 dicembre a Forlì inaugura la Fiera delle Domeniche di Natale. L’Immacolata è un giorno speciale: è un’usanza tipica decorare l’albero di Natale o allestire [...]

29 novembre 2019 0 commenti

Ravenna. Torna il tradizionale Concerto di Natale. L’ Alighieri ospiterà l’evento per la prima volta.

Ravenna. Torna il tradizionale Concerto di Natale. L’ Alighieri ospiterà l’evento per la prima volta. Come ogni anno il Concerto ravennate rientra in una serie di iniziative musicali internazionali: dopo le tappe italiane di Forlì (7 dicembre) e Ravenna toccherà alla chiesa di santa Caterina alla Natività di Betlemme (11 dicembre) e alla chiesa di Notre Dame (Gerusalemme) sotto la direzione del maestro Paolo Olmi. Il Concerto di Ravenna ha anche una grande valenza solidale: tutti i partecipanti sono invitati a portare beni di prima necessità quali: pasta, biscotti, tè, caffè, olio di semi e d'oliva, prodotti per l'igiene personale come shampoo, bagno schiuma, dentifricio e spazzolini da denti. Tutto il materiale ricavato sarà raccolto e distribuito dalla Caritas di Ravenna e dal Banco alimentare alle persone e alle famiglie in difficoltà in occasione delle festività natalizie. Nelle edizioni precedenti la raccolta è stata di circa 450 chili di beni di varia natura: gli organizzatori sperano che quest'anno si possano superare i 500 chili. Da alcuni anni la presenza in Terra Santa della Young Musicians European Orchestra è anche una occasione per incontrare i pazienti, i medici e le famiglie del Caritas Baby Hospital, struttura che si prende cura gratuitamente di tutti i bambini, sia israeliani che palestinesi o giordani. La sera del Concerto si potranno anche fare offerte per questa realtà indispensabile in Palestina.

RAVENNA. Sarà il palco del teatro Alighieri a ospitare quest’anno il tradizionale Concerto di Natale promosso da Emilia Romagna concerti e dal Comune, assessorato alla Cultura, lunedì 9 dicembre alle 21. Sul palcoscenico del teatro Alighieri si esibirà come di consueto la Young Musicians European Orchestra, diretta per l’occasione dal giovane maestro [...]

26 novembre 2019 0 commenti

Mondaino. Un’altra domenica con ‘Fossa tartufo & Venere’. Dedicata ai sapori delle colline romagnole.

Mondaino. Un’altra domenica con ‘Fossa tartufo & Venere’. Dedicata ai sapori delle  colline romagnole. Grandi novità in vista in questa edizione. Per i visitatori che vogliano soddisfare i loro palati sopraffini ci saranno degustazioni curate e condotte dal gruppo Slow Food di Rimini e San Marino che prevedono la partecipazione di 25/30 persone. La sala degli Archi, inserita nella suggestiva cornice della Rocca malatestiana di Mondaino ospita nelle due giornate novembrine due laboratori della durata di un’ora e mezza circa che prevedono particolari degustazioni e non solo. Si è partiti domenica 17 con Usa il buon senso! l’educazione sensoriale per la degustazione alimentare, a cura della condotta Slow Food di Rimini e San Marino. Alle ore 10:30 i due docenti e formatori, Micaela Mazzoli e Matteo Monti, hanno suggerito come mangiare meglio grazie ai cinque sensi. Infatti, mangiare e bere nella piena consapevolezza di ogni morso e sorso, coniuga l’utilizzo di tutti e cinque i sensi, il cibo nelle giuste porzioni, la qualità degli alimenti e di conseguenza il benessere. L’incontro voleva essere un’introduzione alla filosofia dei sensi, una scoperta comparativa tra le stimolazioni chimiche e la genuinità autentica di tradizioni gastronomiche, oltre ad essere un’occasione per un contatto diretto con gli odori delle piante, i sapori della frutta e i sapori piacevoli della terra. Questo laboratorio è adatto a tutti e prevede un costo di euro 5,00 (gratuito per i bambini) e una prenotazione (cell. 347.0369381). Domenica 24, invece, sempre alle ore 10:30 sarà la volta di Come un luppolo nel formaggio degustazione guidata dal dott. Carlo Cleri di birre pensate per un abbinamento al formaggio di fossa, sempre a cura della condotta Slow food di Rimini e San Marino. Anche qui il costo è di 5,00 euro ed è richiesta la prenotazione (cell. 331.5773082). Per chi vorrà appagare la sua anima curiosa potrà seguire le interessanti conferenze presso la sala del Durantino, che si trova all’interno della Rocca malatestiana, oppure seguire le visite guidate di musei che verranno aperti per l’occasione. In tutto questo non mancheranno spettacoli, concerti, buon cibo, buon vino e artigianato di qualità. Il divertimento sarà all’ordine del giorno. Avanti così, per una domenica ancora!

MONDAINO. “Di ciò che vive il diletto sia fine, e tra i diletti quel di Venere e Bacco il  maggior sia”. Anche quest’anno siamo prossimi alla manifestazione dedicata ai sapori delle  colline romagnole. Giunta alla seconda domenica della XVIII edizione la festa che riscalda gli  animi e i palati prima [...]

14 novembre 2019 0 commenti

Faenza. ‘Rete Avis lavoro – Faenza Città del dono’: dalla Gemos dodici nuovi potenziali donatori.

Faenza. ‘Rete Avis lavoro – Faenza Città del dono’:  dalla Gemos dodici nuovi potenziali donatori. Prosegue con successo il progetto 'Rete Avis lavoro – Faenza Città del dono', ideato da Avis Faenza per intercettare nuovi donatori direttamente sui posti di lavoro, in collaborazione con le stesse aziende. Dopo Diennea MagNews, Bcc Ravennate Forlivese e Imolese, Geas, Polienergie, Conel, Cmcf e Blaks, stamane l’autoemoteca di Avis ha sostato in via Della Punta per consentire ai dipendenti della Gemos di sottoporsi all’esame di verifica dell’idoneità alla donazione. In totale una dozzina di lavoratori hanno effettuato l’esame, entrando nel percorso della donazione.Nata nel 1975, Gemos è una cooperativa specializzata nel settore della ristorazione collettiva. Tra la sede di Faenza e le varie strutture sul territorio, impiega circa 1300 dipendenti, che sono per l’85 per cento donne. Fra ristorazione aziendale, scolastica, ospedaliera, della terza età, catering ed i propri locali self service, Gemos produce circa 9 milioni di pasti all’anno.

Faenza, 7 novembre 2019. Prosegue con successo il progetto ‘Rete Avis lavoro – Faenza Città del dono‘, ideato da Avis Faenza per intercettare nuovi donatori direttamente sui posti di lavoro, in collaborazione con le stesse aziende. Dopo Diennea MagNews, Bcc Ravennate Forlivese e Imolese, Geas, Polienergie, Conel, Cmcf e Blaks, [...]

12 novembre 2019 0 commenti

Santarcangelo d/R. S.Martino: gli aggiornamenti sul sito del Comune.Sabato 9, c’è Bonaccini

Santarcangelo d/R. S.Martino: gli aggiornamenti sul sito del Comune.Sabato 9, c’è Bonaccini Nelle piazze Ganganelli, Marconi, Balacchi, all’arena Supercinema, al Campo della Fiera, nelle vie Giordano Bruno e De Bosis si potranno assaporare i piatti tipici della tradizione romagnola e di tante altre regioni italiane, fino alle proposte più originali dei truck food in piazza Gramsci. Da non perdere inoltre la Scalinata delle ‘luverie’ in via Saffi e la tradizionale botte di Pitrèt, con Sangiovese e Cagnina in piazza Molari. Un’anteprima, insomma, tutta dedicata al buon cibo e al buon vino, che aprirà la strada a un fine settimana all’insegna della convivialità con due iniziative di punta: domenica 10 novembre alle ore 14 la sfida a colpi di mattarello nel Palio della Piada, lunedì 11 novembre alle 10 e alle 14,30 musica e racconti con la 51esima edizione della Sagra nazionale dei cantastorie. Sabato 9 novembre il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, sarà a Santarcangelo per una visita alla Fiera di San Martino.Sul sito internet del Comune (www.comune.santarcangelo.rn.it) è possibile scaricare l’applicazione per smartphone 'San Martino – La Fiera in tasca' che permette di visualizzare il programma degli eventi, la propria posizione sulla mappa della Fiera, i parcheggi, i punti di primo soccorso e i varchi di entrata e uscita dalla manifestazione, oltre a tutte le informazioni utili aggiornate in tempo reale.

SANTARCANGELO d/R. Fervono i preparativi per la più grande manifestazione dell’autunno santarcangiolese, che venerdì 8 novembre dalle 16 alle 22 apre i battenti con un’anteprima tutta dedicata al buon cibo e ai prodotti tipici del territorio. Dalla Casa dell’autunno in piazza Marini – la 34esima Mostra mercato dell’Alimentazione tipica delle [...]

7 novembre 2019 0 commenti

Rimini.Interventi di miglioria nei cimiteri della città. L’1 e 2 novembre, visite guidate al Monumentale.

Rimini.Interventi di miglioria nei cimiteri della città. L’1 e 2 novembre, visite guidate al Monumentale. Le opere finora concluse hanno portato al rifacimento della copertura di alcune porzioni dei Colombari del settore Levante, al ripristino delle facciate e dei cornicioni dei Colombari di Levante e di alcune parti dei Colombari di Ponente e al rifacimento del soffitto a volta delle cappelle d’angolo. Nel corso dell’intervento sono inoltre stati restaurati i decori in pietra sui timpani delle facciate e le porte in ferro delle cappelle d’angolo, nonché adeguato l’impianto elettrico a servizio dei Colombari oggetto di intervento. Tutti lavori che, trattandosi di un bene ricadente sotto la tutela della Soprintendenza dei Beni architettonici e per il paesaggio, hanno necessitato di particolare attenzione durante l’esecuzione dell’intervento di ripristino e restauro delle superfici e degli elementi decorativi. Nell’anno 2020 è previsto il restauro delle facciate e la realizzazione dell’impianto elettrico nei Colombari otto-novecenteschi posti sul lato Levante, nello spiazzo di ingresso del cimitero, nonché il restauro delle “Arcatine” ottocentesche poste sullo stesso lato. E’ previsto inoltre il consolidamento statico ed il restauro del manufatto in angolo del porticato del settore Grandi arcate di Levante, che attualmente è intercluso all’accesso per il crollo della copertura voltata. In occasione delle giornate dedicate alla Commemorazione dei defunti, anche quest’anno. Il 1° novembre, poi, nella Chiesa cimiteriale dedicata a San Francesco saranno celebrate le Sante Messe sia alle ore 9 che alle ore 15,30. Il 2 novembre, con inizio alle ore 15,30 nella Chiesa cimiteriale dedicata a San Francesco la Santa Messa solenne in suffragio di tutti i defunti sarà officiata da S.E. il vescovo mons. Francesco Lambiasi. Passi salienti della funzione religiosa saranno sottolineati con l’esecuzione di celebri brani liturgici dalla corale 'Nostra Signora di Fatima' diretta dal maestro Loris Tamburini.

RIMINI. Sono terminati nei mesi scorsi i lavori per il miglioramento funzionale e adeguamento normativo del Cimitero monumentale e civico di Rimini, un impegno pluriennale che proseguirà anche nel 2020 con interventi specifici per 100.000 euro. Le opere concluse hanno portato al rifacimento della copertura di alcune porzioni dei Colombari [...]

30 ottobre 2019 0 commenti

Rimini. 20 mila i residenti stranieri. Estrapoliamo tutti i dati ‘riminesi’ del recentissimo report regionale.

Rimini. 20 mila i residenti stranieri. Estrapoliamo tutti i dati ‘riminesi’ del recentissimo report regionale. A Rimini, in poco più di 24 mesi, si è sostanzialmente dimezzato il numero di nuovi italiani; dopo il boom del 2015 (2.023 nuove cittadinanze italiane concesse), infatti, al primo gennaio 2019 il dato è sceso di ben 936 unità, fermandosi a 1.087. Un dato in linea con quanto si rileva per la regione Emilia Romagna, che al primo gennaio 2019 registra un significativo decremento del numero di acquisizioni di cittadinanza, che fa seguito a quello osservato anche nei due anni precedenti, dopo il picco del 2016 (a livello provinciale, oltre 2mila acquisizioni di cittadinanza italiana). Dal grafico sottostante si può osservare la netta crescita del fenomeno nell’ultima decina d’anni: se fino al 2014 non si erano mai registrate in provincia di Rimini più di mille naturalizzazioni nel corso di un anno, nel 2015 si oltrepassano le 1.100 acquisizioni e nel 2016 si arriva oltre 2.000 (55 acquisizioni per 1.000 residenti stranieri); segue una marcata contrazione nel 2017 (1.229 acquisizioni, corrispondenti a meno di 34 acquisizioni per mille residenti) e una meno significativa nel 2018 (1.087 acquisizioni), che riporta il dato al di sotto di quello del 2015

RIMINI.  I cittadini stranieri residenti nella provincia di Rimini al 1° gennaio 2019 sono 38.047, pari all’11,2% della popolazione complessiva, dato inferiore a quello medio regionale (12,3%) e che pone Rimini al terzultimo posto fra le nove province emiliano-romagnole, seguita esclusivamente da Forlì-Cesena (11,0%) e Ferrara (9,4%). I cittadini di [...]

21 ottobre 2019 0 commenti

Riccione. La Saviolina, per la prima volta alla Barcolana di Trieste. E’ iscritta a due competizioni.

Riccione. La Saviolina, per la prima volta alla Barcolana di Trieste. E’ iscritta a due competizioni. È salpata all’alba da Chioggia, dove ha fatto una tappa intermedia, la Saviolina, la barca storica simbolo della città che nel prossimo week-end parteciperà per la prima volta alla Barcolana di Trieste, la regata più grande del mondo. Partito la settimana scorsa da Riccione, il bellissimo lancione è iscritto a due competizioni, sabato 12 ottobre alla Barcolana Classic, dove sono ammesse le imbarcazioni classiche e d’epoca, mentre domenica prenderà parte alla gara principale con un equipaggio composto da 12 membri tutti riccionesi e di cui farà parte anche l’assessore al Turismo e Cultura Stefano Caldari.

RICCIONE. È salpata all’alba da Chioggia, dove ha fatto una tappa intermedia, la Saviolina, la barca storica simbolo della città che nel prossimo weekend parteciperà per la prima volta alla Barcolana di Trieste, la regata più grande del mondo. Partito la settimana scorsa da Riccione, il bellissimo lancione è iscritto [...]

10 ottobre 2019 0 commenti

Lugo. Quattro seminari al Carmine. Dedicati a sviluppo e integrazione di attività socio assistenziali.

Lugo. Quattro seminari al Carmine. Dedicati a sviluppo e integrazione di attività socio assistenziali. Il primo appuntamento è sabato 19 ottobre dalle 9. Dopo il saluto delle autorità, si parlerà di 'Conoscere il nostro territorio: i bisogni emersi e sommersi e le risposte della comunità' con padre Claudio Ciccillo, responsabile Ceis e rettore dell’Eremo di Cerbaiolo. Secondo incontro sabato 26 ottobre alle 10. Il bioeticista Gabriele Semprebon parlerà di 'Il mondo della disabilità: il vissuto, le forme della prossimità e le prospettive pastorali'. Sabato 9 novembre spazio dalle 10 all’incontro 'Le dinamiche di gruppo: lavorare insieme per servire meglio' con la pedagogista Giovanna Zama. Infine, sabato 16 novembre chiude il ciclo di seminari l’oncologo Luigi Montanari con l’incontro 'I confini della vita umana e della Medicina: l’assistenza e la comunicazione con il paziente e i famigliari'.

LUGO. La sala del Carmine di Lugo (corso Garibaldi 16) ospita quattro seminari dedicati allo sviluppo e all’integrazione di attività socio assistenziali. Gli incontri, dal titolo ‘La disabilità come forma dell’esperienza umana’ si svolgeranno tra il 19 ottobre e il 16 novembre. Il primo appuntamento è sabato 19 ottobre dalle [...]

10 ottobre 2019 0 commenti

Santarcangelo d/R. Col bel tempo, San Michele fa il pieno. L’ attenzione alla sostenibilità ambientale.

Santarcangelo d/R. Col bel tempo, San Michele fa il pieno. L’ attenzione alla sostenibilità ambientale. Grande curiosità per le attività dedicate agli amici dell’uomo proposte dall’Unità cinofila di soccorso della Romagna: dalla presentazione di alcune razze all’incontro di primo soccorso veterinario, fino alla tradizionale esposizione cinofila che domenica 29 settembre ha visto la partecipazione di circa 80 cani. La particolare attenzione del pubblico verso questo tipo di attività conferma la ‘Fiera degli uccelli’ come un momento utile per conoscere meglio gli animali e un’occasione di sensibilizzazione nei confronti della loro cura e tutela.L’edizione 2019 si è contraddistinta anche per l’attenzione alla sostenibilità ambientale: soddisfacente infatti, il risultato dell’ordinanza che vietava l’utilizzo della plastica monouso per la somministrazione di cibi e bevande. A fronte di controlli a tappeto da parte delle guardie ecozoofile di Accademia Kronos (con quattro volontari per ciascun giorno di fiera), non sono state elevate sanzioni amministrative ma solo qualche diffida verbale, poiché nella maggior parte dei casi il mancato rispetto dell’ordinanza era dovuto al semplice esaurimento delle scorte di materiali biodegradabili a causa del grande afflusso di partecipanti. Gli stessi volontari hanno effettuato anche le verifiche sulla tenuta degli animali della fiera, soprattutto per controllare che fossero state prese tutte le precauzioni per proteggerli da caldo e sole.

SANTARCANGELO d/R. Complice il bel tempo, la secolare Fiera di San Michele fa il pieno di pubblico con oltre 40.000 visitatori fra sabato e domenica, secondo le stime degli organizzatori. Una partecipazione straordinaria, che si è concentrata principalmente sulle tante iniziative dedicate agli animali: bovini, cavalli da tiro, pecore e [...]

30 settembre 2019 0 commenti