Valmarecchia

 

Montefeltro, l’antica ‘ Regione dei castelli’. Che sarebbe ora di (re)inventariare e valorizzare.

Montefeltro, l’antica ‘ Regione dei castelli’. Che sarebbe ora di (re)inventariare e valorizzare. La ritrovata rocca di San Leo, qualche secolo dopo, venne ulteriormente ristrutturata, un po’ come per tutti gli arditi manufatti di difesa medievale in zona. Che interpretarono però la loro parte fin quando si estinse l’epoca dei borghi fortificati. Che caddero allora nell’abbandono. Lasciando lungo la Vallata della ‘Provincia dei castelli’ tracce sempre più diroccate e vaga memoria. Tracce e memoria che oggi sono in tanti a chiedere di recuperare. Tra un passato mai completamente abbandonato ed un futuro da inventare. Del resto quegli antichi manieri raccontano, come in poche altre regioni del Belpaese, storie particolarmente originali e seducenti. Da rimettere in circolo. Anche se, qui, il problema sembra essere soprattutto pratico, nel senso che occorrerà intanto inventariarli, e quindi valutarli nella loro entità reale, magari restaurandoli laddove possibile, per collocarli a fondamento di una ‘mirata e proficua progettualità futura’. Ma come inventariarli’? I modi, ovviamente, in questi casi, possono essere tanti. Basterebbe l’ausilio di qualche moderna tecnologia, come i droni, ad esempio, ma ce la si può cavare benissimo anche ricorrendo a strumenti meno costosi e più abituali. Quale l’immaginazione. L’umile, umana, immaginazione. Che come le ali di Icaro si può far librare in volo a piacimento sulla Valle, magari a partire dalle prime luci di un mattino di primavera, quando con l’esalare delle ombre della notte fioriscono quei ‘cieli di cristallo’ raddolciti da un pulviscolo mielato che abbaglia il bizzarro corso d’acqua che dalla lunga linea scura dei monti toscani precipita verso l’Adriatico.

MONTEFELTRO. “Fu nell’Alto Medioevo – annota Francesco Vittorio Lombardi in ‘Le torri del Montefeltro e della Massa Trabaria’ ( Bruno Ghigi Editore, Rimini, 1981) – che si registrò una nuova e originale separazione tra i territori gravitanti lungo la costa e quelli a ridosso dell’Appennino”. Due geografi ravennati, infatti,  l’Anonimo [...]

8 gennaio 2018 0 commenti

Santarcangelo d/R.Piazza Ganganelli stracolma per festeggiare il Capodanno in un km quadrato.

Santarcangelo d/R.Piazza Ganganelli stracolma per festeggiare il Capodanno in un km quadrato. Allo scoccare della mezzanotte il magico spettacolo di fuochi d’artificio ha salutato l’arrivo del nuovo anno portando il 'Capodanno in orbita' (titolo dell’edizione 2018) mentre dopo il brindisi i dj del Bradipop hanno acceso la musica in tre spazi diversi della città: in piazza Ganganelli il dj set pop anni ’80-’90, in piazza Marini l’afro-samba-reggae del dj Magi e al Lavatoio il rock/punk/alternative di Stefano Gardelli aka Cece e Ifter che hanno attirato tantissimi giovani. A completare il programma i seguitissimi eventi di Città Viva con il djset di Andrea Speed in via Don Minzoni e il live set alternative rock di Doansai (in collaborazione con Go Down Records e Sidro Club) in via Cavour. Nessun problema di ordine pubblico anche per il Capodanno 2018 che è stato presidiato costantemente dalle forze dell’Ordine fin dalle prime ore della serata

SANTARCANGELO d/R. Piazza Ganganelli stracolma di pubblico allo scoccare della mezzanotte conferma il successo del Capodanno a Santarcangelo. Ad aprire al serata il concerto dei The rock’n’roll kamikaze fino all’arrivo sul palco del rapper Frankie hi-nrg mc che con il suo concerto ha saputo trascinare i presenti grazie a un [...]

2 gennaio 2018 0 commenti

Santarcangelo d/R. Fotografi: raccogliere e salvare immagini e valori della ‘casa del tempo.

Santarcangelo d/R. Fotografi: raccogliere e salvare immagini e valori della ‘casa del tempo. Nel 1863, Julie Margaret Cameron, poco dopo avere ricevuto in regalo dalla figlia una ‘apparecchiatura completa per la fotografia’ divenne, lei, la ‘madre fondatrice’ dell’arte fotografica. Caso volle che alla fine dello stesso decennio, un’altra donna, Lucrezia, santarcangiolese, moglie di Elia Gallavotti archivista comunale, in un centro di provincia avviasse uno studio fotografico specializzatosi in breve in ritratti formato ‘carte da visita’ per signore e signorine, gentiluomini e non, bimbi e famigliole al completo, montati su eleganti cartoncini con la stampigliatura: ‘ Lucrezia Gallavotti, fotografa in Santarcangelo’. La vicenda di Lucrezia Gallavotti e delle sue figlie mostra connotati interessanti e, per molti versi, straordinari. Di certo da porre sullo stesso piano di quelli d’altri ‘fotografi’ cittadini, come Francesco Giovanelli ( 1859-1923) che operò in città dal 1870 al primo decennio del Novecento; Augusto De Girolami ( 1889-1972), che scattò numerose ‘testimonianze’ dagli anni Venti agli anni Sessanta; Giulio Giulio senior, padre di Giulio junior, clarinettista e avviato fotografo. Tra gli altri, i Turci operarono a Santarcangelo in ambiti diversi per molti decenni: negli anni Venti, ad esempio, Giulio Turci senior in società con Caio Carlini, inaugurò la sala ‘Eden’, ovvero il primo, mitico, cinematografo cittadino. Chiude la lista dei fotografi santarcangiolesi il ‘grande’ Umberto Macrelli, che ‘ cercò di accumulare, salvare e valorizzare, una mole incredibile di immagini’ a partire dagli anni Sessanta fin alla sua morte.

SANTARCANGELO d/R. Raccogliere e salvare  immagini e valori della ‘casa del tempo’. “ Poche città romagnole possono vantare un patrimonio fotografico pari per quantità e qualità a quello accumulato da Santarcangelo”   sottolinea con una punta di orgoglio  la contro copertina di ‘Santarcangelo di Romagna e la sua gente’, libro fotografico [...]

28 dicembre 2017 0 commenti

San Leo. Tutto pronto per la notte più lunga dell’anno. La festa tra arte, spettacoli, musica e buon cibo.

San Leo. Tutto pronto per la notte più lunga dell’anno. La festa tra arte, spettacoli, musica e buon cibo. Nell’antica Montefeltro ci si appresta a dire addio ad un lungo anno che ha visto la città visitata da una moltitudine di turisti accorsi ad ammirare le rare bellezze che la caratterizzano. In questi ultimi giorni di dicembre, i tanti turisti giunti sulla Riviera romagnola per queste festività troveranno a San Leo un’atmosfera unica per festeggiare il Capodanno e salutare il nuovo anno in un clima di festa e serenità tra arte, spettacoli, musica e buon cibo. Come consuetudine, tutti i ristoranti locali saranno aperti, ognuno con la propria proposta di menù tipici e della migliore tradizione culinaria per quello che è tradizionalmente, il cenone di Capodanno.

SAN LEO. A San Leo è tutto pronto per la notte più lunga dell’anno. Nell’antica Montefeltro ci si appresta a dire addio ad un lungo anno che ha visto la città visitata da una moltitudine di turisti accorsi ad ammirare le rare bellezze che la caratterizzano. In questi ultimi giorni [...]

27 dicembre 2017 0 commenti

Santarcangelo d/R. Al compositore Andrea Guerra l’Arcangelo d’oro 2017. L’ennesimo riconoscimento.

Santarcangelo d/R. Al compositore Andrea Guerra l’Arcangelo d’oro 2017. L’ennesimo riconoscimento. Per il secondo anno consecutivo l’Arcangelo d’oro attribuito ad una personalità del mondo culturale. Queste le motivazioni che hanno portato all’attribuzione dell’Arcangelo d’oro ad Andrea Guerra: per una carriera musicale di prima grandezza al servizio del cinema, costellata da decine di collaborazioni eccellenti con registi e musicisti, nonché da prestigiosi riconoscimenti italiani e internazionali; per aver dato lustro e notorietà al nome di Santarcangelo in tutto il mondo, mantenendo comunque con la città d’origine un legame saldo e propositivo nel corso degli anni; per l’impegno costante a sostegno dell’associazione Tonino Guerra, rafforzato con la recente assunzione di responsabilità della presidenza, a testimonianza di sensibilità e attenzione encomiabili.

SANTARCANGELO d/R. Va al compositore Andrea Guerra l’Arcangelo d’oro 2017. Recentemente premiato con il Soundtrack Stars Award alla carriera, il musicista santarcangiolese riceverà dal sindaco Alice Parma il prestigioso riconoscimento – che l’Amministrazione comunale attribuisce ai cittadini e personalità particolarmente illustri e meritevoli – nel corso del tradizionale saluto di fine [...]

18 dicembre 2017 0 commenti

Rimini. Mostra al Museo della città dedicata a Luigi Pasquini ( 1897/1977), cronista col pennello.

Rimini. Mostra al Museo della città dedicata a Luigi Pasquini ( 1897/1977), cronista col pennello. Pittore, insegnante, giornalista e elzerivista, xilografo. Per quasi sessant’anni Luigi Pasquini fu la voce delle cose d’arte a Rimini e il vedutista che fermava con la sua pittura all’acquerello i luoghi pittoreschi della città storica e della marina. Personaggio discusso, irruente, ingombrante quanto la sua statura che lo vide subito arruolato come granatiere durante la Grande Guerra, irretito in gioventù dalla corrente del Dinamismo futurista consumato in fretta nelle discussioni dei caffè riminesi e presto risolto nell’unica direzione possibile per lui cioè nella convenzionalità figurativa e retorica di una pittura lontano da ogni forma di ricerca, ma anche nella esaltazione delle tradizioni della Romagna, nella attenzione affettuosa e scrupolosa delle cose notabili, monumentali e urbane, di Rimini e dei borghi sempre nel suo mirino, del pennello o della sgorbia.

RIMINI. Fu pittore, insegnante, giornalista e elzerivista, xilografo. Per quasi sessant’anni Luigi Pasquini fu la voce delle cose d’arte a Rimini e il vedutista che fermava con la sua pittura all’acquerello i luoghi pittoreschi della città storica e della marina. Personaggio discusso, irruente, ingombrante quanto la sua statura che lo [...]

15 dicembre 2017 0 commenti

San Leo. Secondo Skyscanner è ora fra i 20 paesi ( sotto i 35 mila abitanti) più belli d’Italia.

San Leo. Secondo Skyscanner è ora fra i 20 paesi ( sotto i 35 mila abitanti) più belli d’Italia. Ognuno dei paesi inseriti nella lista consente di scoprire monumenti e testimonianze di epoche lontane, avventurarsi per viuzze di pietra, assaporare la bellezza di luoghi dove il tempo sembra essersi fermato. Oltre a San Leo, per il 2017, figurano: Courmayeur (AO) – Valle d’Aosta, Orta San Giulio (NO) – Piemonte, Portovenere (SP) – Liguria, Varenna (LC) – Lombardia, Bressanone (BZ) – Trentino-Alto Adige, Battaglia Terme (PD) – Veneto, Fagagna (UD) – Friuli-Venezia Giulia, Radda in Chianti (SI) – Toscana, Castelluccio di Norcia (PG) – Umbria, Urbino (PU) – Marche, Civitella del Tronto (TE), Abruzzo, Arpino (FR) – Lazio, Pisciotta (SA) – Campania, Torella del Sannio (CB) – Molise, Monte Sant’Angelo (FG) – Puglia, Rivello (PZ) – Basilicata, Papasidero (CS) – Calabria, Scicli (RG) – Sicilia, Posada (NU) – Sardegna. La lista delle 20 città italiane più belle è stata redatta da Skyscanner prendendo in considerazione i paesi italiani con una popolazione inferiore ai 35mila abitanti.

SAN LEO. Quali sono i paesi più belli d’Italia? Antichissimi borghi medievali, castelli arroccati su speroni rocciosi, casette bianche abbracciate da boschi segreti e panorami mozzafiato su paradisi naturali. Ogni Regione d’Italia è unica e San Leo rappresenta con orgoglio la regione Emilia  Romagna nella speciale classifica annuale dei 20 [...]

30 novembre 2017 0 commenti

Santarcangelo d/R. Consegnati i fondi solidali ai comuni terremotati di Accumoli, Montegallo e Ussita.

Santarcangelo d/R. Consegnati i fondi solidali  ai comuni terremotati di Accumoli, Montegallo e Ussita. I fondi, suddivisi in tre parti uguali, verranno utilizzati in modi e con finalità differenti. Il comune di Accumoli li impiegherà per integrare le risorse necessarie alla creazione di un centro di aggregazione per la cittadinanza che vive nelle strutture abitative di emergenza. I circa 11mila euro devoluti dalla città di Santarcangelo, in particolare, saranno utilizzati per l’acquisto degli arredi indispensabili all’apertura e alla piena funzionalità del centro (arredamento, computer, ecc). Per aiutare Montegallo, invece, l’amministrazione comunale di Santarcangelo ha accolto la proposta di unire le forze con l’Avis comunale di San Lazzaro di Savena (Bologna), partecipando alla raccolta fondi per l’acquisto di un nuovo automezzo per i sopralluoghi dei servizi tecnici comunali. L’iniziativa è nata da due volontari Avis e dipendenti del comune bolognese, che hanno prestato servizio a Montegallo.

SANTARCANGELO d/R. Undici mesi di iniziative pubbliche, tante donazioni private e un totale di 34.695 euro raccolti. Si è conclusa con questi numeri, nello scorso mese di luglio, la raccolta fondi della città di Santarcangelo per le comunità di Accumoli (Rieti), Montegallo (Ascoli Piceno) e Ussita (Macerata). Dopo il necessario [...]

30 novembre 2017 0 commenti

Santarcangelo d/R. Fiera di San Martino, sabato 11, cantastorie con ‘La Rumâgna l’è fata’.

Santarcangelo d/R. Fiera di San Martino, sabato 11, cantastorie con ‘La Rumâgna l’è fata’. Dalle valli bergamasche ritorna Sandra Boninelli con le sue storie appassionate e la sua voce potente ed evocativa. Felice Pantone è ormai un veterano della Sagra: un cantastorie swing che propone storie surreali accompagnate da strumenti curiosi e accattivanti, mentre Otello Pedrazzoli da Verona ci porta le ballate tipiche della pianura veneta. Completa il programma Paolo Sgallini, un busker riminese che rispolvera storie vecchie e nuove con lo stile dei suonatori di strada d’oggi. La Sagra è organizzata in collaborazione con AICA-Lorenzo De Antiquis e la rivista Il cantastorie On line, con il contributo della Banca Malatestiana. Accanto allo spazio eventi dove si esibiscono i Cantastorie sarà presente la Tipografia Faentina, editrice del famoso Lunêri de Smémbar, il tradizionale calendario dei contadini romagnoli che viene pubblicato dal lontano 1844. Contiene zirudele, illustrazioni naifs, proverbi popolari e previsioni meteo per tutto l’anno. Nel giorno di San Martino proseguono anche le iniziative sul dialetto: dopo la serata dedicata al poeta Nino Pedretti, sabato 11 alle ore 21 è in programma il recital in lingua romagnola 'La Rumâgna l’è fata' con Denis Campitelli e Andrea Branchetti.

SANTARCANGELO d/R. Per la Festa di San Martino, a Santarcangelo tornano i Cantastorie. Sabato 11 novembre doppio appuntamento in piazza Ganganelli (ore 10 e 14,30) per la tradizionale sagra nazionale dei Cantastorie, che con i loro racconti riportano gli spettatori agli spettacoli di strada di un tempo. Per la 49a [...]

10 novembre 2017 0 commenti

Santarcangelo d/R. Fiera di San Martino: tutte le misure di prevenzione e controllo agli ingressi.

Santarcangelo d/R. Fiera di San Martino:  tutte le misure di prevenzione e controllo agli ingressi. In particolare, per assicurare un controllo mirato delle persone, il Comitato ha disposto che l’accesso alla Fiera avvenga attraverso sei varchi presidiati da rappresentanti delle forze dell’ordine e steward, mentre altri cinque varchi saranno utilizzati unicamente per il deflusso del pubblico. I sei accessi – da dove si potrà comunque uscire – sono quelli di viale Marini (all’incrocio con via Righi nella zona del luna park), via Dante di Nanni (all’incrocio con via G. Da Serravalle), via Pascoli (all’incrocio con via Pedrignone), viale Mazzini (all’incrocio con via Cabina), via Montevecchi (all’altezza del porticato di Palazzo Francolini) e via Andrea Costa (all’altezza dell’ingresso al parco Francolini). I varchi utilizzati solamente per il deflusso, quindi per uscire dalla Fiera, saranno invece quelli di via Togliatti, via Daniele Felici, via Giordano Bruno/via Verdi, via Porta Cervese e rotatoria Cappuccini, mentre gli accessi al centro storico alto potranno essere utilizzati solo dai residenti. L’accesso di via Arrigo Faini all’altezza di via Cupa non sarà utilizzabile né in entrata né in uscita in quanto sbarrato.

SANTARCANGELO d/R. Massimo impegno per le attività di prevenzione e filtraggio mirato del pubblico per la Fiera di San Martino, in programma dal 10 al 12 novembre. Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto di Rimini Gabriella Tramonti nella mattinata di (martedì 7 novembre) alla presenza [...]

9 novembre 2017 0 commenti