Volontariato

 

Riolo Terme. Politiche sociosanitarie e Casa della salute. Incontro tra Amministrazione, Ausl e Sindacati.

Riolo Terme. Politiche sociosanitarie e Casa della salute. Incontro tra Amministrazione, Ausl e Sindacati. All’incontro, richiesto dai rappresentanti dei sindacati Spi Cgil , Fnp Cisl e Uil Pensionati di Riolo Terme e coordinato dall’Amministrazione comunale, erano presenti anche la dott.ssa Antonella Caranese, dirigente del settore Servizi alla comunità dell’Unione della Romagna Faentina e la dott.ssa Donatina Cilla, direttrice del distretto sanitario AUSL Faentino. Erano inoltre collegati in videoconferenza alcuni segretari provinciali dei sindacati. Nel corso dell’incontro sono state numerose le tematiche analizzate ed ognuna ha incontrato una forte condivisione di fondo tra tutti i partecipanti, nel mettere in campo azioni e strumenti che possano favorire una migliore fruizione ed il superamento di alcune criticità, legate alla difficile gestione della Casa della salute, accentuate dall’emergenza Covid-19. Sono emerse inoltre ipotesi e proposte di progetti che potranno far parte dei piani strategici di sviluppo dei prossimi anni, che vedranno una sempre più forte sinergia tra AUSL ed Enti locali nell’intercettare e dare risposte ai bisogni e alle necessità delle nostre comunità.

RIOLO TERME.  Si è svolto martedì 11 gennaio, presso la sala del Consiglio del comune di Riolo Terme, un importante e costruttivo incontro per condividere ed esaminare la tematica sociosanitaria, con un focus particolare sui servizi e la fruizione della Casa della salute di Riolo Terme.  All’incontro, richiesto dai rappresentanti [...]

17 gennaio 2022 0 commenti

Save the Children. Due terzi dei bambini afghani ( 13 min) bisognosi di aiuto per sopravvivere.

Save the Children. Due terzi dei bambini afghani ( 13 min) bisognosi  di aiuto per sopravvivere. Tanti nomi, tanti casi. Uno tra gli altri: 'Zabi*, 29 anni, vive con sua madre, suo padre e i suoi tre figli. Due mesi fa, suo marito è morto di diabete durante un viaggio in Iran, lasciandoli senza una fonte di reddito. La famiglia sta lottando non avendo abbastanza soldi per il cibo e i figli di Zabi masticano pezzi di carta o macerie che trovano a terra per reprimere la fame. Save the Children ha fornito alla famiglia un sostegno economico in modo che Zabi* potesse ottenere carburante per il riscaldamento e cibo per sfamare la famiglia. Zabi* ha detto: “Quando mio marito era vivo, portava di tutto, dal cibo ai vestiti. Adesso è inverno e non ho vestiti pesanti per i miei figli. Non abbiamo soldi, non abbiamo niente. Non abbiamo combustibile per riscaldare la casa. Sento i miei figli piangere di notte a causa del freddo, non riescono a dormire per il gelo, non abbiamo cibo da mangiare e nessun nostro posto dove vivere. Con i soldi ricevuti da Save the Children, compreremo latte e altre cose. Basteranno un mese e poi dovremo affrontare gli stessi problemi'. Save the Children, l’organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare le bambine e i bambini a rischio e garantire loro un futuro, chiede alla comunità internazionale di intensificare e stanziare fondi al fine di raggiungere l'obiettivo di 4,4 miliardi di dollari USA necessari per il Piano di risposta umanitaria del 2022, per aiutare i bambini a sopravvivere al gelido inverno e al difficile anno a venire.

Save the Children. Due bambini su tre – pari a più di 13 milioni – in Afghanistan hanno un disperato bisogno di aiuti salvavita, secondo i nuovi dati delle Nazioni Unite[1]. Si tratta di un aumento di oltre un terzo dall’inizio del 2021, mentre il Paese sta precipitando in una delle [...]

11 gennaio 2022 0 commenti

Cervia Milano Marittima. Il ristorante ‘Spadafino’ ha donato il Cenone di fine anno alla mensa Amica.

Cervia Milano Marittima. Il ristorante ‘Spadafino’ ha donato il Cenone di fine anno alla mensa Amica. Poco prima delle 11 del Capodanno, si è presentato con il suo furgoncino d’ordinanza alla mensa Amica di Cervia per consegnare alcune maxi-pirofile di cibo direttamente nelle mani dei responsabili della struttura di via Mantellini. Accolti con un grande sorriso dai volontari e dalla coordinatrice della mensa Silvia Elena Berlati, lo chef dell’omonimo ristorante di Milano Marittima ha voluto così mantenere fede alla parola data, cominciando l’anno nuovo con una buona azione, ovvero donando alla mensa cervese tutte le pietanze che non sono state servite a Capodanno. 'E’ questa un’iniziativa che nasce da un legame sempre più saldo con il territorio - ha spiegato Spadafino - ma soprattutto dal desiderio di alleviare le difficoltà di chi, anche nei giorni di festa, non può permettersi un pasto caldo. Anche nel primo giorno dell’anno ho visto persone fantastiche che, con puro spirito volontaristico, mettono a disposizione il loro tempo e le loro energie per aiutare gli altri. Ho ricevuto tanti ringraziamenti questa mattina ma, in realtà, è tutta la comunità cervese che dovrebbe dire grazie a queste fantastiche persone'. Mensa Amica di Cervia aiuta ogni giorno (mediamente) una cinquantina di persone, molte delle quali vivono in strada e in condizioni di estrema povertà.

CERVIA MILANO MARITTIMA. Vincenzo Spadafino è stato di parola. Poco prima delle 11 del Capodanno,  si è presentato con il suo furgoncino d’ordinanza alla mensa Amica di Cervia per consegnare alcune maxi-pirofile di cibo direttamente nelle mani dei responsabili della struttura di via Mantellini. Accolti con un grande sorriso dai [...]

3 gennaio 2022 0 commenti

Forlì. Bamboline ‘infermiere’ fatte a mano in dono al reparto di Terapia intensiva del ‘Morgagni’.

Forlì. Bamboline ‘infermiere’ fatte a mano  in dono al reparto di Terapia intensiva del ‘Morgagni’. Nel Natale 2020 le piccole bamboline, realizzate a mano, furono donate agli anziani ricoverati nel reparto di geriatria del Morgagni-Pierantoni . Quest’anno, invece, le bamboline 'infermiere', realizzate con materiali di riciclo, simbolo di continuità e di speranza ( ' perché ciò che non si usa più può diventare ancora prezioso e riacquistare una nuova vita') sono state donate agli operatori sanitari del Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione di Forlì, diretta dal dottor Stefano Maitan. Lucia e Giulia Naldini, sorelle di 11 e 15 anni di Borello, insieme al loro nonno Adriano, hanno infatti realizzato questi piccoli doni proprio per regalare un sorriso e ringraziare chi ha fatto, del proprio lavoro, una missione di vita, per aiutare gli ammalati. Eroi ,come scrivono nella lettera che hanno consegnato ai sanitari (in allegato), sempre in prima linea per salvare le nostre vite, in particolare in questi due anni di pandemia.

FORLI’. Come l’anno scorso, quando scoppiò la pandemia, due bambine e il nonno hanno deciso di ripetere un bel gesto di vicinanza al personale sanitario con oggetti fatti a mano da loro. Nel Natale 2020 le piccole bamboline, realizzate a mano, furono donate agli anziani ricoverati nel reparto di geriatria [...]

27 dicembre 2021 0 commenti

Padova. Conclusa la VI edizione di Panetthòn, concorso solidale tra i migliori ‘maestri’ del Veneto.

Padova. Conclusa  la VI edizione di Panetthòn, concorso solidale tra i migliori ‘maestri’ del Veneto. Anche quest’anno i migliori pasticceri e mastri panificatori del Veneto si sono sfidati in una gara di solidarietà a favore del progetto Amici di Adamitullo Onlus: una sfida per decretare il miglior panettone della Regione. Il podio di questa sesta edizione ha visto trionfare la pasticceria Infermentum di Stallavena-Lugo (VR), seguita al secondo posto da Milady di Marghera (VE) e al terzo da Renato Bosco di San Martino Buon albergo (VR). Tra i giurati nomi di spicco del giornalismo enogastronomico e della cucina italiana come lo chef Terry Giacomello, presidente della giuria. Nelle edizioni precedenti, fino al 2019 era stato possibile coinvolgere anche una giuria popolare, per decretare il panettone migliore e raccogliere fondi durante la serata di beneficienza. Purtroppo, però le ultime due edizioni, compresa la più recente che si è conclusa al ristorante Radici di Padova, hanno visto la sola presenza della giuria ufficiale a porte chiuse per ovvie ragioni legate alla pandemia.

PADOVA. Si è conclusa  la sesta edizione di Panetthòn, il concorso solidale tra i migliori panettoni del Veneto Padova, 1° dicembre 2021. Anche quest’anno i migliori pasticceri e mastri panificatori del Veneto si sono sfidati in una gara di solidarietà a favore del progetto Amici di Adamitullo Onlus: una sfida [...]

22 dicembre 2021 0 commenti

Rimini. A Natale metti una foresta sotto l’albero. Quale regalo originale per salvare l’Amazzonia?

Rimini. A Natale metti una foresta sotto l’albero. Quale regalo originale per salvare l’Amazzonia? Sulla piattaforma www.letittrees.com con pochi clic è infatti possibile adottare metri quadrati di foresta in Amazzonia a prezzi alla portata di tutti: si parte da 9 euro. Dopo il lancio avvenuto a Ecomondo, sono stati adottati 195.000 mq di foresta da oltre mille persone e 10 milioni di mq da imprese. Dopo aver compilato il form di acquisto, si riceve un attestato con le coordinate del lotto adottato; il qr code consente di visionare l’autentificazione federale, con il timbro dell’INCRA del Tocantis. L’attestato di adozione diventa così un regalo originale, emozionante e allo stesso tempo sostenibile e funzionale alla salvaguardia del polmone verde del Pianeta. Il costo delle adozioni è una tantum. Le adozioni hanno validità fino al 2050. L’Amazzonia perde ogni anno 10.000 chilometri quadrati di foresta e l’unico modello business conosciuto in quei territori è la deforestazione. LetItTrees vuole invertire il modello: coinvolgendo le popolazioni indios locali, vuole rallentare, fermare e, finalmente, invertire il trend del disastro ecologico e culturale in corso.

RIMINI. LetItTrees è un progetto vero e trasparente che nasce dall’idea di creare l’opportunità di regalare la salvaguardia dell’Amazzonia. Sulla piattaforma www.letittrees.com con pochi clic è infatti possibile adottare metri quadrati di foresta in Amazzonia a prezzi alla portata di tutti: si parte da 9 euro. Dopo il lancio avvenuto a Ecomondo, [...]

17 dicembre 2021 0 commenti

Milano. Don Gnocchi, Sacra Famiglia e Lega del filo d’oro in rete con 21 nuovi progetti per i giovani.

Milano. Don Gnocchi, Sacra Famiglia e Lega del filo d’oro in rete con 21 nuovi progetti per i giovani. Tre importanti realtà attive nell’ambito dell’assistenza, cura e riabilitazione delle persone fragili, anziane, con disabilità e con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale - Fondazione Don Gnocchi, Fondazione Sacra Famiglia e Fondazione Lega del filo d’oro – presentano, in occasione della Giornata nazionale del Servizio civile, 21 nuovi progetti per il 2022 per un totale di 392 posti disponibili, tutti approvati e finanziati dal dipartimento per le Politiche giovanili e Servizio civile universale.I progetti si rivolgono ai giovani dai 18 ai 29 anni che sceglieranno questo percorso prestando servizio nei diversi centri di assistenza dei tre enti promotori presenti in tutta Italia - da Milano a Termini Imerese (PA) - e all’estero - Bolivia e Ecuador - supportando il personale socio-sanitario nella cura delle persone assistite. I percorsi proposti, che saranno guidati da professionisti del settore presenti nelle strutture, si concentrano ognuno su un particolare aspetto dell’assistenza alle persone con disabilità e anziani, come l’attività motoria, l’introduzione all’uso della tecnologia, attività dedicate a promuovere l’autonomia e la socialità dei pazienti.

 Milano, 14 dicembre 2021 – Tre importanti realtà attive nell’ambito dell’assistenza, cura e riabilitazione delle persone fragili, anziane, con disabilità e con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale – fondazione Don Gnocchi, fondazione Sacra Famiglia e fondazione Lega del filo d’oro – presentano, in occasione della Giornata nazionale del Servizio civile, 21 [...]

15 dicembre 2021 0 commenti

Meldola. ‘Castelnuovo dei presepi’. Ai piedi del vetusto castello un presepe meccanico suddiviso in quadri.

Meldola. ‘Castelnuovo dei presepi’. Ai piedi del vetusto castello un presepe meccanico suddiviso in quadri. Castelnuovo, un tempo luogo di antiche e sanguinose battaglie è oggi un luogo di pace, di armonia, di serenità, di incredibile fascino e soprattutto di un suggestivo raccoglimento contemplativo in mezzo alla natura. Quello che desta la più grande meraviglia di questi tre quadri suggestivi, oltre la sua grandezza e l’essere itinerante, le cui scene sono suddivise in diversi luoghi e ambienti, è la naturalezza dei movimenti e degli effetti scenografici e luminosi, ma soprattutto la bellezza artistica delle suggestive figure che li compongono, da visi dolci e graziati capaci di fare sognare. Premendo un pulsante davanti a ciascun quadro, tutto si accende e si anima come un’antica favola raccontata o sognata. I bambini ne escono entusiasti, i genitori spesso rimangono come incantati. E spesso ritornano a Castelnuovo, al suo presepio, una, due, tre volte...quasi a non voler lasciare questa favola, quasi a non voler ritornare alla normalità frenetica di sempre. Le figure artistiche e animate che compongono il grande allestimento dei tre quadri, sono opera dello scultore Davide Santandrea noto in tutta Italia e nel Mondo per i suoi grandi allestimenti presepistici e pasquali (le grandi passioni animate di Gesù ispirate al film 'Gesù di Nazareth' di Franco Zeffirelli) Davide Santandrea è conosciuto soprattutto per essere stato l’allievo del famoso Carlo Rambaldi.

MELDOLA (FC). Dal Natale 2018 la città di Meldola, e precisamente nella sua frazione di Castelnuovo, ai piedi dell’antico castello, ha finalmente la sua attrattiva natalizia principale, il grande presepio meccanico, diviso in quadri allestiti nei luoghi storici del castello, che attira ogni anno tantissimi visitatori provenienti da ogni parte [...]

14 dicembre 2021 0 commenti

Cesena. Quattro nuovi servizi a sostegno del welfare di comunità e dei negozi di vicinato

Cesena. Quattro nuovi servizi a sostegno del welfare di comunità e dei negozi di vicinato Al fine di incentivare e premiare gli spostamenti all’interno della città per mezzo della bicicletta e con lo scopo di rendere gli acquisti più semplici, nel periodo delle festività natalizie fino all’Epifania, il comune di Cesena sperimenta questa nuova esperienza che premia i cittadini che decideranno di utilizzare la bicicletta per effettuare le spese nelle attività commerciali della città. Dopo aver attivato l’iniziativa 'Bike to work' in relazione agli spostamenti casa-lavoro-casa, attraverso il riconoscimento di un buono utilizzabile tramite l’applicazione WeCity, l’iniziativa si amplia aprendo un dialogo diretto tra WeCity e IoSonoCesena Cashback. Ciascun ciclista guadagnerà 0,35 centesimi per chilometro, all’interno dell’area dello shopping, fino a un massimo di 30 euro a settimana, credito che si accumulerà su 'IoSonoCesena – Cashback' e che potrà essere consumato presso gli esercenti aderenti al circuito. Hera metterà a disposizione una piattaforma digitale dedicata all’iniziativa che consentirà di certificare e monitorare in maniera costante e trasparente tutte le transazioni, in modo da rendere il sistema sicuro e affidabile.

CESENA. Dagli acquisti in bici alle offerte dedicate, per approdare al pagamento della sosta giornaliera e all’assunzione di condotte virtuose in coerenza con gli obiettivi dell’agenda ONU 2030. ‘Io sono Cesena‘ amplia la già ricca e variegata carta dei servizi offrendo all’utenza ulteriori occasioni da vivere sul territorio e a [...]

10 dicembre 2021 0 commenti

Rimini. Edilizia sociale, Comune e Acer accordo sul progetto di 36 nuovi alloggi nell’area ex Dama.

Rimini. Edilizia sociale, Comune e Acer accordo sul progetto di 36 nuovi alloggi nell’area ex Dama. Il progetto, premiato dalla regione Emilia Romagna con un contributo di 5,5 milioni di euro su un investimento complessivo di 6,6 milioni, prevede l’utilizzo di una superficie utile di 2.265 metri quadrati che si sviluppa tra le vie Giovanni Pascoli – Ugo Bassi – IX Febbraio 1849 e Flaminia. Su questa area è prevista la realizzazione di 36 alloggi di edilizia residenziale pubblica (di cui 24 a canone sociale e 12 a canone calmierato), dotati di caratteristiche di alta sostenibilità, efficienza energetica, massima accessibilità e sicurezza, attorno al quale sviluppare un programma di riqualificazione orientato a migliorare la qualità urbana e dell’abitare. Oltre alle opere di urbanizzazione collegate alla realizzazione degli alloggi, il progetto comprende anche complessivi interventi di riqualificazione lungo l’asse di via Arnaldo da Brescia, a servizio dei residenti della zona. La rigenerazione complessiva dell’area sarà al centro di un percorso partecipato, aspetto centrale del Piers, che sarà coordinato dall’Agenzia del Piano strategico: gli esiti del percorso serviranno a fornire indicazioni e suggerimenti per la definizione progettuale dell’intervento, che sarà affidata a seguito di un concorso bandito con la collaborazione dell’ordine degli architetti Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori della provincia di Rimini.

RIMINI. La Giunta comunale ha approvato lo schema di convenzione tra il comune di Rimini e Acer per l’attuazione del Programma integrato di edilizia residenziale sociale riguardante la riqualificazione di una parte dell’area ex Dama – Nuova questura. Il progetto, premiato dalla regione Emilia Romagna con un contributo di 5,5 milioni [...]

9 dicembre 2021 0 commenti