Faenza

 

Faenza. Riti campestri. Danze, storie e sapori attorno al fuoco per i ‘Lòm a mêrz’ alla Torre di Oriolo.

Faenza. Riti campestri. Danze, storie e sapori attorno al fuoco per i ‘Lòm a mêrz’ alla Torre di Oriolo. A partire dalle ore 14.30 nel parco della torre saranno attivi un punto di ristorazione con specialità della tradizione romagnola e un’oasi del gusto con vini, succhi di frutta, mieli, paste, farine di grani antichi, olio, liquori e altri prodotti tipici in vendita e in degustazione. Gli amanti della natura potranno passeggiare lungo il sentiero dell’Amore guidati da Luciana Mazzotti per scoprire e riconoscere le erbe di Oriolo, mentre per i più piccoli e le famiglie saranno proposti giochi di un tempo e laboratori con il legno a cura di Sergio Spada, bibliotecario di Riolo Terme. Al calar del sole, come da tradizione, sarà acceso il grande falò propiziatorio dove bruciare rami secchi, resti delle potature e, simbolicamente, il freddo dell’inverno, invocando una primavera benevola per la campagna: un antico rito magico capace di resistere nei secoli. A riscaldare l’atmosfera con le musiche e danze della tradizione popolare attorno al fuoco sarà il contadino biologico, vignaiolo e musicista Pietro Bandini, in arte Quinzàn, fondatore del folk festival 'La musica nelle aie'.

FAENZA. E’ ricco come non mai il programma della Torre di Oriolo di Faenza per i ‘Lòm a mêrz‘, la festa popolare che ogni anno anima le campagne romagnole per salutare il passaggio dall’inverno alla primavera. Nell’ambito delle iniziative coordinate dal gruppo ‘Il lavoro dei contadini’, l’appuntamento nel parco ai [...]

19 febbraio 2018 0 commenti

Faenza. Lavori all’Ospedale con taglio del nastro per nuovi spogliatoi, studi, magazzini. E stanze di servizio.

Faenza. Lavori all’Ospedale con taglio del nastro per nuovi spogliatoi, studi, magazzini. E stanze di servizio. I lavori, seguiti dall’unità operativa 'Attività tecniche' dell’Ausl Romagna diretta dall’architetto Enrico Sabatini, coprono 600 metri quadrati complessivi e contemplano il totale rifacimento degli impianti, delle finiture e degli infissi interni. Al piano seminterrato sono stati realizzati depositi, al primo piano rialzato e secondo piano spogliatoi con una capienza atta a ricevere circa 200 operatori e gli altri locali a disposizione del personale. Un’ottantina gli operatori che già stanno utilizzando i nuovi locali.

FAENZA. Si è svolto un sobrio momento inaugurativo di locali per 600 metri quadrati, completamente ristrutturati, presso l’ospedale ‘Per gli infermi’ di Faenza. I locali sono suddivisi su tre dei quattro piani del fabbricato denominato Padiglione 11 (ex laboratorio analisi). Si tratta di nuovi studi medici, spogliatoi con relativi servizi [...]

10 febbraio 2018 0 commenti

Faenza. Nel Borgo è scoppiato ‘ Il Carnaval’. Sabato 10 febbraio la festa promossa dal Centro sociale.

Faenza. Nel Borgo è scoppiato ‘ Il Carnaval’. Sabato 10 febbraio la festa promossa dal Centro sociale. Da giovedì grasso è entrata infatti nel vivo la festa più attesa e divertente dell’anno, all’insegna della musica, dei colori e del divertimento più o meno sfrenato. Fra le tante iniziative di questi giorni c'è 'Il Carnaval', la tradizionale manifestazione promossa dal centro sociale Borgo, programmata sabato 10 febbraio, al pomeriggio, nella capannina del centro sociale, in via Saviotti 1. Dalle ore15, giochi e animazione per i bambini con il gruppo Los Rayos de Colores, trucchi, palloncini e tante sorprese. Dagli organizzatori l'invito a tutti i bambini a partecipare numerosi e in maschera.

FAENZA. Anche a Faenza è tempo di Carnevale. Da giovedì grasso è entrata infatti nel vivo la festa più attesa dell’anno, all’insegna della musica, i colori e il divertimento più sfrenato. Fra le tante iniziative di questi giorni c’è ‘Il Carnaval’, la tradizionale manifestazione promossa dal centro sociale Borgo, programmata [...]

8 febbraio 2018 0 commenti

Faenza. Crescere ed educare nell’era del digitale. Ciclo di incontri per adulti e ragazzi nelle 5 sedi rionali.

Faenza. Crescere ed educare nell’era del digitale. Ciclo di incontri per adulti e ragazzi nelle 5  sedi rionali. Il percorso dal titolo: 'Educare e crescere nell'era digitale', è strutturato in 6 appuntamenti diversi e partirà giovedì 8 febbraio alle ore 20,30 presso la sede del rione Giallo in via Bondiolo, 85. Gli altri appuntamenti si terranno presso le sedi rionali, salvo l'appuntamento finale a cura del Gruppo municipale, che avrà luogo il giorno 2 marzo alle ore 18 presso l'auditorium S. Umiltà in via Pascoli, 15. Non ha mancato di esprimere soddisfazione per la partenza del progetto, l'assessore alla Politiche educative Simona Sangiorgi: 'Comprendere in che modo le nuove tecnologie impattino sulla vita e sulla salute delle persone, sui modi di partecipare e di interagire nei gruppi, è un tema di grande attualità che sta interessando una larga fetta della popolazione e in modo particolare le giovani generazioni. Con questo percorso vogliamo aprire una riflessione sulla socialità nell'era di internet e sull' utilizzo più consapevole delle nuove tecnologie'.

Faenza (RA) – L’assessorato alle Politiche educative, in collaborazione con i cinque Rioni, il Gruppo municipale e il progetto ‘C’é dialogo e di@logo‘, ha organizzato un ciclo di incontri rivolto a ragazzi ed adulti sull’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie digitali e sulla comunicazione tra genitori, figli e adolescenti. Il percorso [...]

1 febbraio 2018 0 commenti

Faenza. Il Mic inaugura la Project Room con una mostra di porcellane della donazione Ugo Gobbi.

Faenza. Il Mic inaugura la Project Room con una mostra di porcellane della donazione Ugo Gobbi. Le porcellane esposte illustreranno l'interesse di Ugo Gobbi (1921-2012) come studioso e collezionista per quello specifico filone decorativo a fiori naturalistici di tipo 'europeo', che a partire dagli anni Trenta del XVIII secolo divenne di gran moda, praticamente presso tutte le manifatture europee. A partire dagli anni Trenta del XVIII secolo la decorazione a fiori naturalistici di tipo 'europeo' si affermò sul vasellame in porcellana, dapprima presso la manifattura di Claudius Innocentius Du Paquier a Vienna, seguita poi da quella di Meissen. I cosiddetti deutsche blumen, fiori ed elementi naturalistici con ombreggiature, venivano copiati dai libri di botanica e dalle stampe dell’epoca, quali le opere di Johann Wilhelm Weinmann, Maria Sibylla Merian, Martin Engelbrecht e successivamente il francese Jean Baptiste Pillement. La decorazione a fiori naturalistici divenne poi di gran moda nel corso del secolo, praticamente presso tutte le fabbriche europee.

FAENZA. Il 17 gennaio, alle 18, in occasione dei festeggiamenti per Sant’Antonio Abate, protettore dei ceramisti, verrà inaugurata la Project Room, una sala collocata all’inizio del percorso rinascimentale faentino, che verrà utilizzata per presentare, a rotazione, eventi particolari che riguardano il museo come restauri, acquisizione di nuove collezioni, donazioni, pubblicazioni, [...]

17 gennaio 2018 0 commenti

Faenza. Acquerellisti faentini al via con il calendario delle Serate artistiche e di cultura artistica.

Faenza. Acquerellisti faentini al via con il calendario delle Serate artistiche e di cultura artistica. Martedì 16 gennaio l’associazione Acquerellisti faentini c/o la propria sede in via Canal Grande 46 a Faenza (Centro sociale Corbari), all’interno del calendario delle Serate artistiche e di cultura artistica (ciascun ciclo di quattro incontri), alla presenza del vicesindaco Massimo Isola, inaugura l’anno 2018 con la prima delle serate di Cultura artistica tenuta da Marinella Zaccherini dal titolo 'Madre Terra: tematiche, tecniche e spunti classici nella celebrazione del nostro territorio'. Qui li incontri per le 'Serate artistiche' e per le serate di 'Cultura artistica' di carattere formativo.

FAENZA. Martedì 16 gennaio  l’associazione Acquerellisti faentini c/o la propria sede in via Canal Grande 46 a Faenza (Centro sociale Corbari), all’interno del calendario delle Serate artistiche e di cultura artistica (ciascun ciclo di quattro incontri), alla presenza del vicesindaco Massimo Isola, inaugura l’anno 2018 con la prima delle serate [...]

8 gennaio 2018 0 commenti

Faenza. Visite guidate al Mic per la mostra ‘Tra Simbolismo e Liberty. Achille Calzi’ ( 7 /18 febbraio).

Faenza. Visite guidate al Mic per la mostra ‘Tra Simbolismo e Liberty. Achille Calzi’ ( 7 /18 febbraio). La mostra è il punto di arrivo di un lungo lavoro antologico condotto da Ilaria Piazza e durato 4 anni, cominciato dal fondo che gli eredi di Achille Calzi hanno donato al MIC nel 2013 e che intende riportare alla ribalta un artista prematuramente scomparso, ma che è stato una figura di rilievo per la produzione simbolista e liberty, non solo faentina. Achille Calzi (1873 -1919) incarna la figura dell’artista progettista tipico dell’Arts and Crafts internazionale. Chiude la mostra una galleria di 25 cartelloni satirici che Calzi cominciò a realizzare dallo scoppio della Prima guerra mondiale. Sono vignette - di oltre un metro di altezza - di commento critico alle cronache di guerra.

FAENZA. Riprendono ogni domenica dal 7 gennaio al 18 febbraio 2018, alle 10.30, le visite guidate gratuite (incluse nel prezzo del biglietto di ingresso) alla mostra ‘Tra Simbolismo e Liberty. Achille Calzi’ a cura di Ilaria Piazza e Claudia Casali. La mostra è il punto di arrivo di un lungo [...]

5 gennaio 2018 0 commenti

Faenza. A mezzanotte, brindisi sotto la Torre dell’orologio. Al bar Bellini una mostra per Arte Tamburini.

Faenza. A mezzanotte, brindisi sotto la Torre dell’orologio. Al bar Bellini una mostra per Arte Tamburini. Al bar Bellini sotto la Torre dell'orologio di Faenza è ora visibile una mostra di ben 25 fotografie che ripercorrono la carriera di Arte Tamburini con l'Orchestra del grande maestro Secondo Casadei scelte e selezionate da Riccarda Casadei, figlia di Secondo e guida della Casadei Sonora, mentre alla Pro Loco di Faenza e' visibile un video in vetrina che trasmette lo speciale Il popolo del liscio realizzato dal regista Nevio Casadio e andato in onda dieci anni fa su Rai Uno con un'intervista esclusiva ad Arte Tamburini. Moreno Il Biondo e a mezzanotte con i saluti del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi e del vice sindaco Massimo Isola intonerà Romagna mia tutta dedicata ad Arte Tamburini.

FAENZA. Fervono i preparativi per il brindisi di Capodanno a mezzanotte sotto la Torre dell’orologio di Faenza dedicato alla grande cantante faentina di liscio Arte Tamburini , grande voce dell’orchestra Casadei e prima ad incidere Romagna mia su disco, scomparsa in questi giorni. Al bar Bellini  sotto la Torre dell’orologio di [...]

30 dicembre 2017 0 commenti

Romagna faentina. In arrivo da Ministero dell’Ambiente un milione di euro sulla mobilità sostenibile.

Romagna faentina. In arrivo da Ministero dell’Ambiente un milione di euro sulla mobilità sostenibile. Dal costo complessivo di 1.666.500 euro, il progetto è frutto del lavoro di tessitura tra le due unioni territoriali, un valore aggiunto strategico ripagato con il riconoscimento di un contributo da parte del Ministero di un milione di euro, mentre la parte rimanente sarà a carico delle due Unioni. Presupposto fondamentale dell'elaborato è infatti una visione comune di sviluppo della mobilità sostenibile: non solo interventi puntuali su singoli Comuni, ma anche azioni di sistema che interessano l'intero territorio, con una forte volontà di integrazione funzionale ed organizzativa che punta a gestire in maniera più efficace il tema della mobilità in una logica di 'area metropolitana'. Oltre ad essere territorialmente contigue, le due Unioni hanno diverse interdipendenze funzionali, soprattutto legate al sistema scolastico.U

FAENZA. La notizia circolava informalmente da un pò di tempo ma ora è finalmente ufficiale. Il Ministero dell’Ambiente ha ammesso al finanziamento il progetto presentato congiuntamente ad inizio anno dall’Unione della Romagna faentina – ente capofila – e dall’Unione della Bassa Romagna, nell’ambito del programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola [...]

27 dicembre 2017 0 commenti

Faenza. La Nott de Bisò, del 5 gennaio; il Magazzino bici rinvenute e nuova illuminazione pubblica.

Faenza. La Nott de Bisò, del 5 gennaio; il Magazzino bici rinvenute e nuova illuminazione pubblica. Definita dalla macchina organizzativa rionale e comunale , insieme a Radio Rcb, il programma della Nott de Bisò, il tradizionale evento che si svolge ogni anno il 5 gennaio, vigilia dell’Epifania, e richiama in piazza del Popolo migliaia di persone. Mercoledì 27 dicembre prossimo invece sarà chiuso al pubblico, per motivi organizzativi, il magazzino del Servizio biciclette rinvenute, in via Chiarini n. 38. Prenderanno inoltre il via a gennaio 2018 i lavori di riqualificazione dell'illuminazione pubblica in città, che prevedono la sostituzione, tramite diversi stralci di intervento, di oltre 9 mila punti luce con nuove lampade a led. Dopo l'approvazione, nelle settimane scorse, dei lavori del primo stralcio, che interessano circa 1300 punti luce ubicati nell'area della zona industriale, via San Silvestro e via Ravegnana, la Giunta comunale ha deliberato i lavori del secondo stralcio, che riguarderanno, invece, circa 3 mila impianti in tutta l'area urbana, escluso il centro storico.

FAENZA. NOTT DE BISÒ: I NUOVI GOTTI. La macchina organizzativa rionale e comunale ha definito da tempo, insieme a Radio Rcb che da anni collabora alla manifestazione, il programma della Nott de Bisò, il tradizionale evento che si svolge ogni anno il 5 gennaio, vigilia dell’Epifania, e richiama in piazza del [...]

22 dicembre 2017 0 commenti