Famiglia

 

Forlì. Welfare: dal Comune misure straordinarie per le categorie più deboli. L’assistenza domiciliare.

Forlì. Welfare: dal Comune misure straordinarie per le categorie più deboli. L’assistenza domiciliare. ' Siamo intervenuti prima di tutto sui centri semi residenziali per anziani e per disabili le cui attività sono state sospese a seguito degli ultimi provvedimenti di carattere regionale. Volendo compensare il vuoto venutosi a creare con la chiusura dei centri diurni, ci siamo attivati da un lato con l'assistenza domiciliare per anziani di almeno un paio d’ore al giorno, dall’altro con la predisposizione di un pacchetto di posti di sollievo da riservare nelle prossime settimane agli utenti la cui gestione presso il proprio domicilio non sia possibile. Allo stesso modo abbiamo attivato l’erogazione, da parte degli stessi operatori dei centri diurni, del servizio domiciliare di assistenza per i casi più complessi di persone affette da disabilità. Infine – aggiunge l’ass.re Tassinari – grazie alla disponibilità dell’associazionismo di volontariato del nostro Comune, abbiamo messo in moto un servizio di consegna della spesa a domicilio, riservato alle persone anziane, per venire incontro alle limitazioni sulla mobilità imposte dall’ultimo Dpcm. Chi volesse usufruirne può contattare lo sportello sociale del nostro Comune al numero 0543712888 o tramite mail: sportellosociale@comune.forli.fc.it. Segnalo infine la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Federfarma e la Croce Rossa per la consegna gratuita dei farmaci a domicilio. Tutte queste iniziative, che rientrano in un quadro più ampio e complesso di politiche assistenziali promosse da questa Amministrazione per soccorre gli anziani, le famiglie dei centri diurni, gli indigenti e le categorie più fragili del nostro Comune'.

Forlì, 13 marzo. Per far fronte agli effetti della crisi di natura socio-assistenziale, innescata dal Coronavirsu, l’assessore al Welfare Rosaria Tassinari, in sinergia con i competenti servizi comunali, ha predisposto un piano di misure straordinarie per i più deboli. COMMENTO. “Siamo intervenuti prima di tutto sui centri semi residenziali per anziani e per disabili le [...]

13 marzo 2020 0 commenti

Rimini. Covid-19: parchi e giardini pubblici chiusi fino al 3 aprile. Per evitare ogni assembramento.

Rimini. Covid-19: parchi e giardini pubblici chiusi fino al 3 aprile. Per evitare ogni assembramento. Un provvedimento che ha lo scopo di evitare qualunque fenomeno di assembramento di persone e per assicurare il mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro così come disposto e raccomandato da tutti gli ultimi provvedimenti del Governo per il contrasto, contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19. In particolare si tratta le aree ora off limits sono Parco Briolini, Parco Saverio Laureti, Parco Giovanni Paolo II, Parco Fabbri, Parco Olga Bondi, Parco Alcide Cervi, Parco Renzi Madre Elisabetta, Parco Maria Callas, Parco Federico Fellini (Ex Parco Dell'indipendenza), Parco Xxv Aprile, Parco Europa, Parco Murri, Parco Don Tonino Bello, Parco Iqbal Masih, Parco Samuel Hahnemann, Parco Pirzio Biroli Luigi, Giardino I Ragazzi Del Parsifal, Parco Sandro Pertini, Parco Lucio Battisti, Parco Hugo Pratt, Parco Alberto Sordi, Giardini Silver Sirotti, Giardini Vittime Delle Foibe, Parco Alfredo Clementi, Parco Enrico Petrucci, Parco Marcovaldo, Parco Gianni Rodari, Parco Ezio Camuncoli, Parco I Ragazzi Della Via Pal, Parco Il Piccolo Principe, Giardini Don Luigi Sturzo, Parco Caduti Nei Lager 1943-1945, Parco Luciano Bologna, Giardini Fratelli Padovani, Parco Maria Rosa Pellesi, Parco delle Crocerossine. L’ordinanza prescrive anche il divieto di utilizzo delle aree attrezzate con strutture e giochi per bambini, degli impianti sportivi a libera fruizione, presenti all’interno di parchi e giardini pubblici, nonché sulle spiagge.

RIMINI. Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha firmato l’ordinanza con cui fino al 3 aprile 2020, è disposto il divieto di accesso a tutti i parchi e giardini pubblici comunali, in qualunque forma di assembramento e comportamento che costituisca violazione dell’obbligo di mantenere tra le persone una distanza di [...]

13 marzo 2020 0 commenti

Cesenatico. Nuovo Ufficio relazioni con il pubblico (Urp). Con numerosi servizi specialistici e dedicati.

Cesenatico. Nuovo Ufficio relazioni con il pubblico (Urp). Con numerosi  servizi specialistici e dedicati. I cittadini che si rivolgono all’Urp saranno indirizzati al punto accoglienza e informazioni che riceve, orienta, informa a seconda della richiesta. Sono presenti 10 postazioni (di cui 1 postazione web in fase di programmazione ad uso e consumo degli utenti), in un unico grande ambiente, in grado di erogare numerosi servizi comunali; inoltre è disponibile uno spazio per l’attesa del proprio turno. I principali servizi che verranno erogati dagli sportelli polifunzionali saranno la ricezione di documenti cartacei da protocollare (è confermato il servizio di protocollazione immediata con rilascio ricevuta), la gestione delle segnalazioni telefoniche e di front office con il supporto della nuova piattaforma Comuni-chiamo, la ricezione e protocollazione 'comunicazioni di ospitalità' e 'cessioni di fabbricato', la consegna cartelle Equitalia e atti giudiziari; ancora, il rilascio dei contrassegni sosta e circolazione per disabili, il rilascio dei Bollini rosa, la gestione degli oggetti smarriti/rinvenuti (verbali di rinvenimento, restituzione documenti ai proprietari se reperibili, consegna periodica oggetti rinvenuti a economato); l’inserimento delle richieste di allerta ricevute allo sportello o via mail, sulla piattaforma Alert System; verrà inoltre fornito supporto al cittadino per istanze da completare on line e con l’utilizzo di spid. Tra le novità è prevista la gestione dell’agenda degli appuntamenti per sportelli specialistici interni ed esterni. Presso l’Ufficio relazioni con il pubblico, infatti, sono attivi gli uffici specialistici TARI e Pubblicità e Affissioni che saranno aperti al pubblico nei seguenti orari: lunedì e mercoledì dalle 10.00 alle 13.00, martedì dalle 15.30 alle 17.00, venerdì dalle 8.30 alle 13.00.

CESENATICO. Ha aperto le porte nella mattinata di lunedì 9 il nuovo ufficio Relazioni con il pubblico (URP) del comune di Cesenatico. La nuova sede, completamente rinnovata, con spazi più ampi e arredi nuovi ha il carattere di uno sportello polifunzionale che offre servizi diversificati e dedicati. I cittadini che [...]

Ravenna. Coronavirus: modifiche orari e accesso del pubblico ai vari uffici e sportelli decentrati.

Ravenna. Coronavirus: modifiche orari e accesso del pubblico ai vari uffici e sportelli decentrati. Gli uffici decentrati del comune di Ravenna riceveranno il pubblico esclusivamente su appuntamento, con preghiera all'utenza di presentarsi all'orario prenotato, al fine di evitare situazioni di sovraffollamento dei locali e della sala d'attesa. Per prenotare un appuntamento è possibile contattare i diversi uffici via mail o telefonicamente, nei regolari orari e giorni di apertura al pubblico, di cui forniamo elenco. L’ufficio Anagrafe è aperto dal lunedì al venerdì 8 - 13; giovedì anche 14.30 - 16.30. Gli sportelli saranno pertanto chiusi al pubblico nel pomeriggio di martedì 10 marzo e nella mattina di sabato 14. Si precisa che nelle giornate di chiusura gli appuntamenti per l’emissione della carta di identità elettronica sono confermati. Per i cambi di indirizzo e per le iscrizioni anagrafiche si invitano i cittadini a seguire la procedura già consolidata che prevede o l’appuntamento allo 0544/482482 oppure l’invio della modulistica reperibile sul sito www.comune.ra.it

RAVENNA. In ottemperanza alla normativa vigente sulle misure di contrasto e contenimento della diffusione del Coronavirus, da domani cambiano orari e modalità per l’accesso del pubblico agli uffici comunali (alcune modifiche erano già entrate in vigore nei giorni scorsi ma le si riportano nuovamente per completezza d’informazione).  Uffici decentrati Gli [...]

Forlì. Welfare: Giunta vara un piano di riqualificazione per 44 alloggi popolari. Stanziati 340 mila euro.

Forlì. Welfare: Giunta vara un piano di riqualificazione per 44 alloggi popolari. Stanziati 340 mila euro. A spiegare nel dettaglio la natura del piano di ripristino sono l’ass.re con delega al Patrimonio Vittorio Cicognani e l’ass.re al Welfare Rosaria Tassinari. 'Il progetto - commentano - che riguarda immobili di esclusiva proprietà del Comune, può essere riassunto in tre diverse tipologie di interventi. Il primo riguarda la manutenzione straordinaria di 15 appartamenti caratterizzati da difformità edilizie ed urbanistico-catastali e la loro successiva alienazione. Il secondo interessa otto alloggi popolari che dopo i medesimi lavori di adeguamento, verranno riassegnati ad altrettanti beneficiari. Infine - aggiunge Cicognani – il Piano di ripristino varato da questa Giunta ricomprendere la manutenzione straordinaria di ulteriori 21 appartamenti attualmente sfitti e caratterizzati da una capienza massima che varia dalle 2 alle 6 persone. L'importo complessivo per la realizzazione dei lavori, che si concluderanno nel 2020, è di 340.354,90 € e si inserisce in una sfera più ampia di interventi che riguardano il recupero e la valorizzazione del nostro patrimonio di edilizia residenziale pubblici'.

Forlì, 5 marzo. In totale sono 44 gli alloggi di edilizia residenziale pubblica che nel corso della corrente annualità ‘subiranno’ interventi migliorativi di adeguamento catastale, urbanistico ed edilizio. A spiegare nel dettaglio la natura del piano di ripristino sono l’ass.re con delega al Patrimonio Vittorio Cicognani e l’ass.re al Welfare [...]

Rimini. Abbattimento delle rette scolastiche per i giorni di sospensione del servizio. E nuove manutenzioni.

Rimini. Abbattimento delle rette scolastiche per i giorni di sospensione del servizio. E nuove manutenzioni. Gli uffici del comune di Rimini sono già al lavoro per definire le modalità di abbattimento proporzionale ai giorni di sospensione del servizio delle rette mensili dei servizi educativi comunali. Così come, per ciò che concerne il servizio mensa rivolto alle scuole statali (infanzia e primarie), il pagamento ovviamente non sarà dovuto per mancato utilizzo del servizio. In più si sta procedendo al monitoraggio della situazione del personale dei servizi esternalizzati che, per quel che riguarda il comune di Rimini, coinvolge oltre 500 persone, fra servizi educativi, di assistenza handicap, mensa, trasporto e ausiliariato. Se la condizione di chiusura delle scuole dovesse perdurare, si renderà inevitabile l’adozione di ammortizzatori sociali straordinari. Per questa eventualità il comune di Rimini sta già coinvolgendo altre amministrazioni comunali, chiedendo anche tramite Anci di poter prevedere in tempo questo eventuale scenario da parte della regione Emilia Romagna. Nota a margine: la settimana di chiusura delle scuole previste dalla Ordinanza del Ministero della Salute e dalla regione Emilia Romagna è utilizzata dal comune di Rimini per alcuni interventi di manutenzione al proprio patrimonio di edilizia scolastico. In particolare, entro sabato 29 febbraio, nella la scuola 'Il gabbiano' di via Orsini, a San Giuliano Mare, verranno eseguiti degli interventi di ammodernamento strutturale, sostituzione dei servizi igienici e rifacimento di parte dei rivestimenti. Lavori che anticipano quelli estivi durante il quale verrà sostituita parte della pavimentazione e degli infissi.

RIMINI. Abbattimento della retta mensile defalcando i giorni di sospensione del servizio, ammortizzatori per i lavoratori delle scuole rimasti a casa. Per quanto riguarda il primo aspetto, gli uffici del comune di Rimini sono già al lavoro per definire le modalità di abbattimento proporzionale ai giorni di sospensione del servizio [...]

27 febbraio 2020 0 commenti

Forlì. La città piange la scomparsa del professor Dino Amadori. Un grande luminare di grande umanità.

Forlì. La città piange la scomparsa del professor Dino Amadori. Un grande luminare di grande umanità. ' Come Sindaco di Forlì - commenta Gian Luca Zattini - ricordo il suo impegno, negli anni giovanili, quale Consigliere comunale, segno di una innata passione civica e di un radicato attaccamento alle istituzioni della Repubblica, caratteristiche che hanno connotato sempre il suo modo di essere. Costantemente al servizio della collettività e aperto al dialogo, Dino Amadori ha continuato a garantire il proprio contribuito in termini di impegno civile pure in seguito, mettendo a disposizione le sue conoscenze nell'ambito dei programmi che il Comune ha portato avanti fin dagli anni Settanta per la promozione della salute, per tutelare i lavoratori, per qualificare gli stili di vita a favore dei giovani e nella lotta contro ogni forma di inquinamento. A lui come è noto - e in questo momento di profondo dolore è necessario più che mai rendere il doveroso riconoscimento - è legato lo straordinario progetto che ha portato alla nascita dell'Istituto Oncologico Romagnolo, una realtà innovativa che ha fatto della prevenzione, dell'educazione e della cura un modello preso a riferimento per qualità ed efficienza in tutto il mondo. Da quel progetto, avviato con l'amore e la cura dell'artigiano, poi evoluto fino a una dimensione organizzativa all'avanguardia, è nato l'Istituto dei tumori IRST IRCCS di Meldola'.

FORLI’. “La notizia della scomparsa del professor Dino Amadori – commenta il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini -  è piombata d’improvviso sulla nostra Città e sulla comunità romagnola, lasciando in tutti noi sgomento e costernazione. Dino Amadori è e sarà sempre un punto di riferimento assoluto nel campo della [...]

24 febbraio 2020 0 commenti

Rimini. Coronavirus: una circolare per le scuole. Monitoraggio per bimbi e studenti di ritorno dalla Cina.

Rimini. Coronavirus: una circolare per le scuole. Monitoraggio per bimbi e studenti di ritorno dalla Cina. La nuova circolare del Ministero della Salute ha immediatamente messo in moto le Istituzioni riminesi per aggiornare le precedenti 'Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina'. La circolare riguarda i bambini che frequentano i servizi educativi dell’infanzia e gli studenti, fino alla scuola secondaria di secondo grado, di ogni nazionalità, che nei 14 giorni precedenti il loro arrivo in Italia siano stati nelle aree della Cina interessate dall’epidemia. La misura di precauzione prevista in questi casi è quella di una sorveglianza attiva, quotidiana, del 'Dipartimento di prevenzione della Asl di riferimento' attivato dal dirigente scolastico su segnalazione della famiglia. Tale monitoraggio consiste nella puntuale verifica della febbre e dei sintomi tipici del nuovo Coronavirus. 'Fermo restando il diritto inalienabile – spiega l’assessore alla Scuola del comune di Rimini, Mattia Morolli - degli studenti di qualsiasi nazionalità, di frequentare liberamente e regolarmente la scuola in assenza di evidenti e conclamate controindicazioni di carattere sanitario, le nuove misure sono ispirate alla massima tutela di bambini, famiglie, corpo docente e personale scolastico. Proprio per questo abbiamo già avviato una serie di aggiornamenti con l’Ausl per garantire il necessario sostegno ai Dirigenti scolastici che, nell’affrontare questa delicata vicenda, possono contare sul sostegno professionale di tutte le istituzioni coinvolte'

RIMINI. Una nuova circolare del Ministero della Salute  ha subito attivato le Istituzioni riminesi per aggiornare le precedenti ‘Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina‘. La circolare riguarda i bambini che frequentano i servizi educativi dell’infanzia e gli [...]

22 febbraio 2020 0 commenti

Rimini. Edilizia scolastica: a maggio, il via ai lavori di miglioramento della scuola ‘Boschetti-Alberti’.

Rimini. Edilizia scolastica: a maggio, il via ai lavori di miglioramento della scuola ‘Boschetti-Alberti’. L’intervento sulla Boschetti-Alberti è inserito nel vasto programma di interventi che l’Amministrazione comunale ha in programma sul fronte dell’edilizia scolastica, che di qui a fine mandato vedrà un investimento complessivo di oltre 16 milioni di euro. Tra le opere in corso la realizzazione della nuova scuola elementare Montessori, uno spazio di 6.400 mq in via Cuneo (valore 2,7 milioni di euro, cofinanziato al 50% dal MIUR) che nel prossimo anno scolastico ospiterà dieci aule, un ampio giardino interno, laboratori e spazi per attività collettive, oltre ad un secondo blocco dedicato a palestra e servizi. A breve invece sarà approvato il progetto esecutivo per la realizzazione della nuova scuola Ferrari, il polo educativo di via Gambalunga al centro di un importante intervento (dal valore complessivo di 4,9 milioni di cui 900 mila euro finanziati dal Ministero dell’Istruzione) che comprende la ricostruzione completa dell’attuale struttura, con una dotazione tecnologica, strutturale, energetica moderna e scelte architettoniche e didattiche innovative.

RIMINI. Inizieranno alla fine di maggio per completarsi entro l’estate i lavori di riqualificazione alla scuola primaria Boschetti – Alberti di via Gravina, di cui la Giunta comunale ha approvato nell’ultima seduta il progetto esecutivo. Il piano di interventi – che prevede un investimento di  circa 830mila, finanziato dalla regione Emilia Romagna con [...]

21 febbraio 2020 0 commenti

Forlì. Orti urbani. Assegnazioni, per gli over 60 ma anche per famiglie, amici, associazioni e singoli ortisti.

Forlì. Orti urbani. Assegnazioni, per gli over 60 ma anche per  famiglie, amici, associazioni e singoli ortisti. Per fare domanda occorre essere residenti nel comune di Forlì, non avere il godimento di altro terreno coltivabile ed essere in grado di provvedere direttamente alla coltivazione dell'orto assegnato. Le domande potranno essere presentate esclusivamente on-line sul sito del Comune dalle ore 9.00 di martedì 18 febbraio alle ore 13.00 di lunedì 9 marzo. La graduatoria sarà predisposta seguendo l'ordine di arrivo. Le nuove assegnazioni sono gratuite e avranno validità di cinque anni (rinnovabili per ulteriori tre); sarà necessaria solo la sottoscrizione della tessera associativa a un Centro sociale anziani che garantirà le necessarie coperture assicurative. Le recenti modifiche apportate al 'Regolamento per l'assegnazione e la gestione di Aree ortive e Orti urbani' hanno infatti inteso agevolare al massimo l'accesso a tale opportunità, incrementando il numero di orti assegnati, perché coltivare l'orto rappresenta un'opportunità per migliorare la qualità della vita di chi vi si dedica, per contribuire al profilo ecologico e ambientale del territorio e per sviluppare relazioni solidali, favorendo l'incontro fra generazioni, culture, competenze diverse. Non fatevi sfuggire questa occasione! Sul sito del Comune, oltre al Bando con tutte le informazioni, si trova la mappa con gli orti disponibili, il nuovo Regolamento e le Linee guida per la gestione e la cura delle Zone ortive, contenenti diritti e doveri degli ortisti, organizzazione delle Zone ortive, ecc.

FORLI’. Avete sempre desiderato coltivare un piccolo orto? Da martedì 18 febbraio è  possibile presentare domanda per le assegnazioni di un centinaio di orti urbani – il 50% dei quali per cittadini over 60 anni, componenti di famiglie vulnerabili o persone inserite in percorsi di inserimento o reinserimento lavorativo e il [...]

18 febbraio 2020 0 commenti