Famiglia

 

Bagnara di Romagna. Ecco ‘Teatro merenda’: rassegna di spettacoli per i più piccoli e le loro famiglie.

Bagnara di Romagna. Ecco ‘Teatro merenda’: rassegna di spettacoli  per i più piccoli e le  loro famiglie. Si comincia il 17 novembre con il 'Teatrino dei piedi' in compagnia di Veronica Gonzales, artista internazionale di grandissimo successo nei teatri e in televisione, che trasformerà piedi, ginocchia e quant'altro in meravigliosi personaggi. Domenica 22 dicembre c’è lo spettacolo 'La penna di Finist, falco lucente' della Compagnia Bezoart, mentre il 12 gennaio inaugura la stagione 2020 'La gabbianella e il gatto' di Teatri Montani Palena-Guardiagrele. 'Le grandi fughe del mago Houdini' è il titolo dello spettacolo dell’associazione Mulino di Amleto Teatro, in programma il 9 febbraio. Infine, il 21 aprile ci sarà il saggio degli allievi dei corsi per elementari e medie della scuola teatro 'La Bassa'. Al termine di ogni spettacolo sarà offerta a tutti i bambini una merenda. Inoltre, nel 2020 tornano i matinée per le scuole con 'I burattini della tradizione' (scuole elementari) con Massimiliano Venturi e 'Non è obbligatorio essere eroi' (scuole medie) con Dario Criserà.

BAGNARA DI ROMAGNA. Da domenica 17 novembre torna a Bagnara di Romagna l’appuntamento con ‘Teatro merenda‘, la rassegna teatrale di intrattenimento per bambini. Nella sala polivalente ‘Giorgio Vassura’ (largo della Libertà 37) e nella sala consigliare della Rocca, sono infatti in programma fino ad aprile cinque eventi pensati per i [...]

15 novembre 2019 0 commenti

Lugo. Cials, quasi 40 anni di presenza nel sociale. La Coop racconta l’impegno per i disabili.

Lugo. Cials, quasi 40 anni di presenza nel sociale. La Coop racconta l’impegno per i disabili. Nel corso dell’incontro è stata annunciata l’unione tra le cooperative Cials e San Vitale, che opereranno negli ambiti in cui hanno maturato esperienza e competenza: i servizi per il lavoro e il sostegno alla persona. Sono quattro i progetti che saranno sviluppati prossimamente: agricoltura sociale, cultura accessibile, educazione speciale e lo sviluppo della vita indipendente. Per quanto riguarda il primo punto, si prevedono il ripristino del forno per fare il pane nell’aia, la sperimentazione di nuove produzioni biologiche da inserire nel mercato privato e la realizzazione di servizi integrativi di animazione e valorizzazione della tradizione del territorio. C’è poi la cultura accessibile con la realizzazione di una libreria-punto di incontro nei locali nei pressi della stazione dei pullman in cui poter promuovere la vendita di libri usati, scolastici e non, offrendo contestualmente l’opportunità di partecipare a laboratori e gruppi per coinvolgere giovani studenti a rischio di devianza o marginalità o comunque interessati a condividere uno spazio di ascolto. Per l’educazione speciale è in programma l’ampliamento del raggio di intervento già attivo col progetto per l’età evolutiva 'Laboratorio di Merlino', sviluppando risposte specifiche di centri estivi abilitativi per bimbi e ragazzi con disturbo dello spettro autistico. Infine, nell’ambito dello sviluppo di programmi per la vita indipendente si intende sviluppare un piccolo ‘gruppo appartamento’ in cui poter sperimentare periodi di sollievo o di palestra di abilità per giovani con disabilità del territorio.

LUGO. Sabato 9 novembre la cooperativa sociale Cials ha presentato al salone Estense della Rocca di Lugo la pubblicazione Inclusione sociale e territorio: esperienze e prospettive, un modo per raccontare i suoi quasi 40 anni di attività rivolta alle persone disabili e svolta nel territorio lughese. All’evento hanno partecipato il [...]

12 novembre 2019 0 commenti

Forlì. Concerto di Natale Forlì-Betlemme, con il maestro Olmi e la Young Musicians European.

Forlì. Concerto di Natale Forlì-Betlemme, con il maestro Olmi e la Young Musicians European. Sabato 7 dicembre 2019, alle 21, nella abbazia di San Mercuriale, si esibirà la Young Musicians European Orchestra diretta dal maestro Paolo Olmi, composta da giovanissimi musicisti di tutto il mondo impegnati in un progetto che inizierà ai primi di dicembre a Ravenna con le prove preliminari e che terminerà con due concerti: a Betlemme nella Chiesa della Natività l’11 dicembre e a Gerusalemme nella Chiesa di Notre Dame il 12 dicembre. Le manifestazioni in Terra Santa sono organizzate in collaborazione con l'Ambasciata d'Italia a Tel Aviv, l'Istituto italiano di Cultura, il Municipio di Betlemme e la Custodia di Terra Santa. Il programma di Forlì prevede, come da tradizione, l'esibizione di giovanissimi solisti protagonisti nel mondo musicale internazionale; sarà aperto dall’oboista Simone Fava, impegnato nel Concerto in Fa Maggiore di Corelli nella trascrizione di John Barbirolli; proseguirà con il concerto in Do Maggiore per violoncello di Haydn (solista Bruno Philippe, nella foto) e terminerà con il Concerto in Sol Maggiore K216 di Mozart interpretato da Vikram Sedona. Una novità di quest'anno è costituita dal fatto che, in chiusura del concerto, la Young Musicians European Orchestra sarà integrata da alcuni giovani musicisti forlivesi provenienti dall’Istituto Musicale Masini, dalla scuola di musica InArte e da altre istituzioni cittadine nell’esecuzione di due brani fuori programma. Un altro risultato del quale gli organizzatori sono molto orgogliosi è la partecipazione all'iniziativa di tutti i Club Service di Forli quali: Lions Club, Rotary Club, Fidapa, Soroptimist, Il gruppo, Rotaract, Club Unesco di Forlì. In questo modo la nostra città attraverso le sue associazioni più generose dà un segnale di coesione e di solidarietà particolarmente significativo in occasione delle festività natalizie.

FORLI’. Dopo il grande successo degli scorsi anni la cooperativa Emilia Romagna concerti di Ravenna, l’amministrazione comunale di Forlì e la Caritas di Forli-Bertinoro, presentano l’edizione 2019 del Concerto di Natale Forlì-Betlemme, organizzato insieme al Ministero dello Spettacolo, il Ministero degli Esteri, la regione Emilia Romagna e alcuni sponsor qualificati [...]

11 novembre 2019 0 commenti

Faenza. Inaugurato da Bonaccini il nuovo Pronto soccorso. Con un chiaro riferimento di Distretto.

Faenza. Inaugurato da Bonaccini il nuovo Pronto soccorso. Con un chiaro riferimento di Distretto. Inquadramento generale L’Ospedale di Faenza rappresenta il riferimento del Distretto composto da sei Comuni e che conta una popolazione residente di 88.964 persone. L’Ospedale è dotato di 221 posti letto di degenza ordinaria, 6 di day surgery e 5 di day hospital, distribuiti nelle seguenti funzioni: per l’area intensivologica - funzioni di: Rianimazione, Medicina d’urgenza, UTIC; per l’area medica - funzioni di: Medicina interna, Geriatria, Neurologia, Cardiologia, Lungodegenza e Post-Acuti a gestione infermieristica, Oncologia DH, Pediatria DH; per l’area chirurgica - funzioni di : Chirurgia generale, Urologia, ORL, Ortopedia, Chirurgia Sistema Nervoso Periferico, Oculistica, Ostetricia e Ginecologia. Sono inoltre presenti servizi di Radiologia convenzionale; Tomografia assiale computerizzata; Risonanza Magnetica; Mammografia; Ecografia (Angiologia-Cardiologia-Internistica-Ostetrica-Ginecologica-Pediatrica); Punto prelievi; Laboratorio analisi per i settori di chimica clinica ed ematologia; Servizio di Medicina nucleare; Gastroenterologia (Endoscopia digestiva); Trasfusionale; Unità di raccolta sangue.

FAENZA. E’ stato inaugurato alla presenza del presidente della regione Emilia Romgna Stefano Bonaccini e del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, il nuovo Pronto soccorso dell’Ospedale di Faenza. Erano inoltre presenti il direttore generale dell’Ausl Romagna Marcello Tonini, il direttore medico del presidio Davide Tellarini, il direttore del reparto Raffaella [...]

11 novembre 2019 0 commenti

Santarcangelo d/R. S.Martino: gli aggiornamenti sul sito del Comune.Sabato 9, c’è Bonaccini

Santarcangelo d/R. S.Martino: gli aggiornamenti sul sito del Comune.Sabato 9, c’è Bonaccini Nelle piazze Ganganelli, Marconi, Balacchi, all’arena Supercinema, al Campo della Fiera, nelle vie Giordano Bruno e De Bosis si potranno assaporare i piatti tipici della tradizione romagnola e di tante altre regioni italiane, fino alle proposte più originali dei truck food in piazza Gramsci. Da non perdere inoltre la Scalinata delle ‘luverie’ in via Saffi e la tradizionale botte di Pitrèt, con Sangiovese e Cagnina in piazza Molari. Un’anteprima, insomma, tutta dedicata al buon cibo e al buon vino, che aprirà la strada a un fine settimana all’insegna della convivialità con due iniziative di punta: domenica 10 novembre alle ore 14 la sfida a colpi di mattarello nel Palio della Piada, lunedì 11 novembre alle 10 e alle 14,30 musica e racconti con la 51esima edizione della Sagra nazionale dei cantastorie. Sabato 9 novembre il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, sarà a Santarcangelo per una visita alla Fiera di San Martino.Sul sito internet del Comune (www.comune.santarcangelo.rn.it) è possibile scaricare l’applicazione per smartphone 'San Martino – La Fiera in tasca' che permette di visualizzare il programma degli eventi, la propria posizione sulla mappa della Fiera, i parcheggi, i punti di primo soccorso e i varchi di entrata e uscita dalla manifestazione, oltre a tutte le informazioni utili aggiornate in tempo reale.

SANTARCANGELO d/R. Fervono i preparativi per la più grande manifestazione dell’autunno santarcangiolese, che venerdì 8 novembre dalle 16 alle 22 apre i battenti con un’anteprima tutta dedicata al buon cibo e ai prodotti tipici del territorio. Dalla Casa dell’autunno in piazza Marini – la 34esima Mostra mercato dell’Alimentazione tipica delle [...]

7 novembre 2019 0 commenti

Cesena. Rete: ‘In common sport ‘ dall’Europa. Per una nuova cultura sociale dello sport tra gli over 60.

Cesena. Rete: ‘In common sport ‘ dall’Europa. Per una nuova cultura sociale dello sport tra gli over 60. Presenti tutti i partner europei del progetto che nella giornata di lunedì 4 novembre hanno incontrato in Comune l’assessore ai Progetti europei Francesca Lucchi. 'Ancora una volta – commenta l’assessore Lucchi – Cesena apre le porte allo sport e lascia che i protagonisti siano uomini e donne over 60 che si mettono in gioco sfidando l’età. L’obiettivo principale di ‘In common sport’ è il movimento ma anche il divertimento competitivo, l’integrazione e la socialità'. Dal gennaio 2018 Cesena fa parte di questa ampia rete che gode della presenza di diversi partner europei tutti molto motivati nella creazione di questa nuova cultura sociale dello sport: alla nostra città sono stati assegnati quasi 69 mila euro. Il progetto prevede una serie di azioni integrate, che vanno dalla ricerca, alla diffusione di buone pratiche, fino alla vera e propria promozione sportiva tramite l’organizzazione di competizioni sportive dedicate agli over 60 ma aperte allo scambio intergenerazionale”. Tra le attività di progetto svolte in questa due giorni, oltre allo stato di avanzamento del progetto e alla programmazione delle prossime attività, l'incontro con la Wellness Foundation.

CESENA. Ungheria, Bulgaria, Spagna e Portogallo. Si è concluso a Cesena il 7° meeting del progetto europeo In Common Sport, finanziato dal programma Erasmus + per incentivare  la diffusione della pratica sportiva, tra le fasce della popolazione meno assidue all’esercizio fisico (nel caso specifico le persone in età avanzata) e lo [...]

7 novembre 2019 0 commenti

Ravenna. Il vintage con ‘La pulce d’acqua’ torna a colorare la Darsena. Con tanti pezzi unici e introvabili.

Ravenna. Il vintage con ‘La pulce d’acqua’ torna a colorare la Darsena. Con tanti pezzi unici e introvabili. In un’atmosfera di relax e allegria, poter riscoprire ciò che ormai si era rinunciato a cercare, con la soddisfazione di concludere piccoli, grandi affari. La filosofia dei Mercatini della pulce è quella di unire al risparmio la cultura del riutilizzo, oggi di fondamentale importanza per arginare lo spreco incessante di risorse e tutelare l'ambiente. L’evento è aperto a tutti i privati cittadini che desiderano svuotare cantine, soffitte e armadi dagli oggetti che non usano più, ma che possono essere utili ad altri, innescando un circolo virtuoso e allungando la vita degli oggetti. L'ingresso per i visitatori (dalle 9 alle 19) è gratuito.

RAVENNA. Sabato 9 novembre torna La pulce d’acqua in Darsena, la mostra mercato dell’usato che consente a cittadini e turisti di poter acquistare a prezzi contenutissimi libri, bijoux, oggettistica, abbigliamento, giochi, utensili della tradizione e tantissimo altro; pezzi unici e spesso introvabili. E così, in un’atmosfera di relax e allegria, [...]

6 novembre 2019 0 commenti

Rimini.Interventi di miglioria nei cimiteri della città. L’1 e 2 novembre, visite guidate al Monumentale.

Rimini.Interventi di miglioria nei cimiteri della città. L’1 e 2 novembre, visite guidate al Monumentale. Le opere finora concluse hanno portato al rifacimento della copertura di alcune porzioni dei Colombari del settore Levante, al ripristino delle facciate e dei cornicioni dei Colombari di Levante e di alcune parti dei Colombari di Ponente e al rifacimento del soffitto a volta delle cappelle d’angolo. Nel corso dell’intervento sono inoltre stati restaurati i decori in pietra sui timpani delle facciate e le porte in ferro delle cappelle d’angolo, nonché adeguato l’impianto elettrico a servizio dei Colombari oggetto di intervento. Tutti lavori che, trattandosi di un bene ricadente sotto la tutela della Soprintendenza dei Beni architettonici e per il paesaggio, hanno necessitato di particolare attenzione durante l’esecuzione dell’intervento di ripristino e restauro delle superfici e degli elementi decorativi. Nell’anno 2020 è previsto il restauro delle facciate e la realizzazione dell’impianto elettrico nei Colombari otto-novecenteschi posti sul lato Levante, nello spiazzo di ingresso del cimitero, nonché il restauro delle “Arcatine” ottocentesche poste sullo stesso lato. E’ previsto inoltre il consolidamento statico ed il restauro del manufatto in angolo del porticato del settore Grandi arcate di Levante, che attualmente è intercluso all’accesso per il crollo della copertura voltata. In occasione delle giornate dedicate alla Commemorazione dei defunti, anche quest’anno. Il 1° novembre, poi, nella Chiesa cimiteriale dedicata a San Francesco saranno celebrate le Sante Messe sia alle ore 9 che alle ore 15,30. Il 2 novembre, con inizio alle ore 15,30 nella Chiesa cimiteriale dedicata a San Francesco la Santa Messa solenne in suffragio di tutti i defunti sarà officiata da S.E. il vescovo mons. Francesco Lambiasi. Passi salienti della funzione religiosa saranno sottolineati con l’esecuzione di celebri brani liturgici dalla corale 'Nostra Signora di Fatima' diretta dal maestro Loris Tamburini.

RIMINI. Sono terminati nei mesi scorsi i lavori per il miglioramento funzionale e adeguamento normativo del Cimitero monumentale e civico di Rimini, un impegno pluriennale che proseguirà anche nel 2020 con interventi specifici per 100.000 euro. Le opere concluse hanno portato al rifacimento della copertura di alcune porzioni dei Colombari [...]

30 ottobre 2019 0 commenti

Ravenna. Trilogia d’autunno 2019: Norma (1, 5, 8 nov.), Aida (2, 6, 9 nov.) e Carmen (3, 7, 10 novembre)

Ravenna. Trilogia d’autunno 2019: Norma (1, 5, 8 nov.), Aida (2, 6, 9 nov.) e Carmen (3, 7, 10 novembre) Norma, Aida, Carmen: tre momenti di una storia musicale che dal belcanto arriva agli albori del verismo; tre eroine entrate nell’immaginario collettivo; tre simboli. Ma anche tre donne che reclamano il diritto a scegliere il proprio destino, pur quando sanno che ad attenderle c’è il fuoco della pira, la profondità oscura della piramide, il sangue dell’arena. La Trilogia d’autunno che corona la XXX edizione di Ravenna Festival cerca la donna dietro il personaggio, il cuore oltre il costume, l’anima di partiture e libretti troppo spesso nascosta da allestimenti ingombranti: dall’1 al 10 novembre, tre nuove produzioni della Norma di Bellini, dell’Aida di Verdi e della Carmen di Bizet debuttano sul palcoscenico del teatro Alighieri, alternandosi sera dopo sera come vuole la consuetudine di questa maratona lirica che negli anni ha conquistato il pubblico. La formula vincente? Un cast di giovani cantanti e un team creativo che si avvale delle più moderne tecnologie, ispirati e guidati da Cristina Mazzavillani Muti, ideatrice del progetto e alla regia per Norma e Aida - Carmen è invece affidata a Luca Micheletti, al proprio debutto nella regia di un’opera. Sul podio dell’orchestra giovanile 'Luigi Cherubini' Alessandro Benigni per Norma, Nicola Paszkowski per Aida e Vladimir Ovodok per Carmen. Anche quest’anno questa straordinaria 'fabbrica dell’opera' offre l’opportunità per sperimentazioni, scoperte, nuovi progetti e collaborazioni, dall’esordio del nuovo coro 'Luigi Cherubini', preparato da Antonio Greco e integrato con elementi del coro marchigiano 'Vincenzo Bellini', ai contributi di artisti stranieri e del territorio, alle tante occasioni di coinvolgimento create per giovani, studenti e cittadini. La Trilogia è resa possibile dal sostegno del comune di Ravenna, della Camera di Commercio, della regione Emilia Romagna e del Ministero per i Beni e le Attività culturali, con il contributo della fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e di BPER Banca.

Per Norma (1, 5, 8 novembre) la regista Cristina Mazzavillani Muti ha immerso il dramma in una natura dove la concretezza della materia si ammanta di mito. Fronde di un bosco, un fitto intreccio di radici, cavità sotterranee, poi l’acqua e la bruma di paludi che riportano la Gallia romana [...]

29 ottobre 2019 0 commenti

Ausl Romagna. Ospedale ‘Infermi’: paziente 25 enne con ‘sintomi compatibili da meningite’.

Ausl Romagna. Ospedale ‘Infermi’: paziente 25 enne con ‘sintomi compatibili  da meningite’. Il meningococco è un batterio che molto raramente, in individui che si trovano in condizioni di particolare vulnerabilità, è causa di malattie importanti quali la meningite o la setticemia. Casi isolati di meningite rientrano nella assoluta normalità epidemiologica della meningite nel nostro paese. L’infezione si trasmette attraverso le goccioline di saliva a seguito di contatti interpersonali ravvicinati e prolungati e il tempo di incubazione della malattia è di norma di 3-4 giorni. Per interrompere la circolazione del meningococco ed impedire la comparsa di ulteriori casi di malattia, è necessario che i familiari e le persone che hanno avuto contatti stretti con l’ammalato nei giorni precedenti la comparsa dei sintomi vengano sottoposti ad una profilassi antibiotica per via orale con lo scopo di 'bonificare' eventuali portatori del germe. La chemioprofilassi non è ritenuta utile per chi ha avuto solamente contatti occasionali e di breve durata con la persona malata. Il dipartimento di sanità pubblica dell’Ausl, seguendo gli appositi consolidati protocolli, ha contattato le persone che recentemente hanno avuto contatti con la paziente, alle quali è stata somministrata la terapia preventiva del caso. La paziente resta al momento ricoverata e le sue condizioni sono serie e stabili.

RIMINI. Nella giornata di ieri, presso l’Ospedale di Rimini ad una paziente di 25 anni sono stati diagnosticati sintomi compatibili con una meningite. Gli esami di laboratorio, ancora in corso per individuare il ceppo, hanno comunque acclarato che si tratta di meningite da meningococco. Il meningococco è un batterio che [...]

29 ottobre 2019 0 commenti