Famiglia

 

Ausl Romagna. Fase 2: recupero delle prestazioni sospese. Penserà l’Ausl a richiamare i già in elenco.

Ausl Romagna. Fase 2: recupero delle prestazioni sospese. Penserà l’Ausl a richiamare i già in elenco. Procedendo con ordine: sempre secondo le Linee guida regionali, anche durante il periodo di maggior incidenza dei contagi da Covid 19 non si è mai interrotta in nessun territorio (neppure in quello più colpito del Riminese) l’erogazione delle prestazioni ed in particolare degli interventi chirurgici urgenti e non differibili, ovviamente in situazione di massima sicurezza per pazienti e professionisti ed operatori. Non appena è stato possibile sono ripresi gli interventi chirurgici e le prestazioni che, sebbene non rientranti nell’urgenza, era consigliabile non procrastinare ulteriormente per non correre alcun rischio rispetto all’evolversi della patologia e alla qualità della vita dei relativi pazienti. Questi pazienti vengono chiamati direttamente dall’Azienda per riprogrammare la prestazione. Così come saranno richiamati dall'Azienda, di qui a breve, le persone che devono recuperare le prestazioni legate agli screening oncologici. In questa ulteriore nuova fase sussistono le condizioni per iniziare a recuperare gradualmente le prestazioni di specialistica ambulatoriale (visite ed esami diagnostici) che erano stati sospesi (in quanto privi di ogni carattere di urgenza).

AUSL ROMAGNA. L’Azienda Usl della Romagna sta iniziando a recuperare le prestazioni di specialistica ambulatoriale a suo tempo prenotate dai cittadini ma la cui erogazione era stata bloccata dall’11 marzo scorso, a seguito del diffondersi dell’infezione da Coronavirus. Si tratta di 240mila prestazioni circa, tra visite specialistiche ed esami diagnostici, [...]

15 maggio 2020 0 commenti

Ravenna. Mascherine regionali: ritiro e consegna. Sono 140 mila, il doppio rispetto alla volta precedente.

Ravenna. Mascherine regionali: ritiro e consegna. Sono 140 mila, il doppio rispetto alla volta precedente. Il quantitativo in distribuzione questa volta è il doppio, quindi 140 mila. Di queste la metà andrà a farmacie e parafarmacie e le altre 70 mila saranno così suddivise: ai pazienti diabetici, oncologici, dializzati e a chi fa radioterapia saranno consegnate attraverso le unità operative ospedaliere, in collaborazione con l’Ausl; ai cittadini non autosufficienti saranno recapitate direttamente al loro domicilio grazie a volontari; ai cittadini che usufruiscono dell’assistenza domiciliare del Comune verranno consegnate dagli operatori del servizio stesso; ai cittadini in carico ai servizi sociali comunali saranno consegnate nelle sedi del servizio sociale territoriale nelle occasioni di ricevimento. Sono state preparate, come l'altra volta, in bustine da 5, una per famiglia, e per il ritiro si consiglia di evitare il più possibile gli assembramenti davanti alle farmacie, anche in virtù della raddoppiata disponibilità di mascherine.

RAVENNA. Da giovedì, 14 maggio, saranno ritirabili gratuitamente dai cittadini le mascherine chirurgiche, arrivate dalla Protezione civile della regione Emilia Romagna, in tutte le farmacie e nelle parafarmacie del comune di Ravenna il cui elenco è indicato infondo al comunicato. Il quantitativo in distribuzione questa volta è il doppio, quindi 140 [...]

13 maggio 2020 0 commenti

Forlì. Riproposta del bando per i ‘buoni spesa’. L’ intervento con risorse proprie dell’Amministrazione.

Forlì. Riproposta del bando per i ‘buoni spesa’. L’ intervento con risorse proprie dell’Amministrazione. 'Abbiamo soddisfatto tutte le domande ammissibili pervenute durante l'apertura del bando e lo abbiamo fatto in tempi più che rapidi – spiega l’ass.re con delega la Welfare Rosaria Tassinari – vista l’importanza di queste misure di solidarietà alimentare e alla luce del fatto che sono pervenute centinaia di domande dopo il termine prestabilito, abbiamo deciso di riaprire il bando il prima possibile per dare la possibilità, a chi non l'abbia ancora fatto, di inoltrare la domanda. Resta inteso che la richiesta potrà essere presentata anche da chi ha già beneficiato del buono spesa nel mese di aprile e versa ancora in condizioni di difficoltà economica. Voglio chiarire che in questa seconda fase faremo ricorso a soldi propri del Comune che metteremo a disposizione per soddisfare le richieste di tutti. La decisione di attingere al nostro Bilancio – conclude la Tassinari – è frutto della volontà di questa Giunta di utilizzare tutti gli strumenti possibili, ivi compresi quelli di natura finanziaria, per aiutare chi ha bisogno e si trova in situazione di precarietà economica '.

Forlì, 30 aprile. Sono circa 2 mila i Forlivesi che ad oggi hanno potuto beneficiare dei buoni spesa erogati dal Comune, per un importo complessivo superiore a 500 mila euro ed un valore medio di € 250,00. MOTIVAZIONE. “Abbiamo soddisfatto tutte le domande ammissibili pervenute durante l’apertura del bando e [...]

1 maggio 2020 0 commenti

Lugo. Baracca. Proposte per favorire la mobilità nella Bassa Romagna, privilegiando l’uso della bicicletta.

Lugo. Baracca. Proposte per favorire la mobilità nella Bassa Romagna, privilegiando l’uso della bicicletta. Alleghiamo il Comunicato stampa che annuncia l’uscita del documento e il documento integrale che, come potrete vedere, indica una serie di proposte sia per la mobilità urbana che per quella extra urbana, tra cui in particolare: realizzare corsie preferenziali per le biciclette, ove non esistano adeguate piste ciclabili, utilizzando anche soluzioni semplici ed economiche come ad es. il posizionamento di coni o la segnaletica orizzontale al fine di permettere percorsi sicuri e continui che colleghino i diversi punti urbani; distinzione tra piste pedonali e ciclabili con opportuna adeguata segnaletica; attrezzare aree di parcheggio sicure per le biciclette; nelle strade urbane, specie se strette, prevedere limitazioni della velocità al max a 30 km/h.; nei sensi unici operare una esclusione per le biciclette; individuare specifici percorsi verso le scuole che favoriscano una mobilità sicura a piedi o in bici per i ragazzi; prevedere percorsi ciclabili che colleghino i centri urbani con le aree artigianali/industriali. individuare strade secondarie da destinare a un prevalente uso ciclistico che permettano il collegamento dei diversi centri urbani dell’Unione tra di loro, prevedendo su esse una limitazione della velocità al max a 30 km/h.; utilizzare alcuni argini dei ns. fiumi e/o canali per favorire ulteriormente il collegamento tra i diversi centri limitando così al massimo le distanze. Inoltre, essendo il ns. un territorio di mezzo tra le colline e il mare, ciò permetterebbe anche di sfruttare questa opportunità per farlo conoscere meglio valorizzando anche tutta una serie di attività economiche in esso dislocate; individuare eventuali punti su cui è necessario intervenire per garantire i collegamenti di cui sopra nella massima sicurezza per i ciclisti (es. attraversamento di alcuni ponti); intervenire nei confronti della aziende di trasporto per consentire la possibilità di caricare un maggior numero di bici a bordo dei treni e, in base all’affollamento, anche sugli autobus. prevedere in tutti i Comuni, come già alcuni fanno, agevolazioni per l’acquisto di biciclette; garantire anche in questi periodi di “tutti a casa” l’apertura dei negozi di biciclette, garantendo in questo modo la possibilità della loro manutenzione e/o riparazione.

LUGO. ( riceviamo e pubblichiamo) L’ Unione cicloturistica Francesco Baracca di Lugo e Baracca Lugo Mtb, che hanno da sempre dimostrato grande attenzione e impegno non solo agli aspetti del ciclismo in tutte le sue forme ma anche alle problematiche sociali e generali che interessano in particolare il territorio, esprimono soddisfazione per [...]

27 aprile 2020 0 commenti

Ausl Forlì. Disinfezione anti contagio. Il servizio di Prevenzione all’ospedale Morgagni e nelle sedi territoriali.

Ausl Forlì. Disinfezione anti contagio. Il servizio di Prevenzione all’ospedale Morgagni e nelle sedi territoriali. 'Abbiamo dato indicazioni affinchè venisse incrementata la pulizia e la disinfezione, oltre che dei reparti, anche di tutte le aree comuni di tutte le sedi ospedaliere e territoriali del Comprensorio forlivese - spiegano -. La disinfezione al cloro è stata effettuata, oltre che nei bagni e nelle zone a rischio dove avveniva regolarmente, anche su arredi, sale di attesa, banconi, sedie, ascensori, pulsantiere, corrimano, interruttori,etc. Teniamo moltissimo, da sempre, al livello di igiene delle nostre strutture e usiamo sistemi che si basano su indicatori precisi. Controlliamo in tre fasi tutti gli interventi - proseguono - Un controllo di prima parte viene effettuato , sia come risultato che come processo, viene effettuato dai referenti delle pulizie, un controllo di seconda parte viene fatto con la ditta, su zone a sorteggio, mediante tamponi e bioluminometro. Infine, il controllo di terza parte viene svolto da un laboratorio privato, sempre mediante tamponi. Le pulizie sono tenute in grandissima considerazione. In questo periodo di emergenza alla disinfezione della ditta di pulizie si aggiunge quella degli operatori sanitari dei reparti COVID o a rischio COVID'.

FORLI’. Stop al virus con la disinfezione totale. Sin dai primi giorni dell’emergenza Coronavirus, il servizio Prevenzione rischio infettivo, della direzione di presidio ospedaliero di Forlì  ha messo in campo ogni tipo di azione per la lotta contro il nuovo agente virale. SPIEGAZIONI. “Abbiamo dato indicazioni affinchè venisse incrementata la pulizia e [...]

24 aprile 2020 0 commenti

Forlì. Ordinanza Covid 19, proroga fino al 3 maggio. Partito il piano di manutenzione delle aree verdi.

Forlì. Ordinanza Covid 19, proroga fino al 3 maggio. Partito il piano di manutenzione delle aree verdi. 'Non è il momento - dice il sindaco Zattini - di cedere alla tentazione e abbassare la guardia. Per continuare a garantire la tutela della salute pubblica, questa Amministrazione ha deciso di prorogare - fino al prossimo 3 maggio - la validità dell’ordinanza sindacale n°5 adottata lo scorso 3 aprile e inerente l’urgenza di tutelare, con misure più restrittive, lo stato di salute dei nostri cittadini, limitandone la mobilità e gli accessi a determinate aree pubbliche del nostro Comune'. Lavori pubblici: via al piano di manutenzione delle aree verdi. L’annuncio è dell’ass.re con delega al Verde pubblico Petetta: 'Compatibilmente con le difficoltà e le restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria, partiremo nei prossimi giorni con gli sfalci nei giardini e parchi del Forlivese. I lavori sono in continuo aggiornamento e interesseranno poco alla volta tutta la città. Sebbene resti prioritario stare a casa e non uscire, vogliamo continuare a garantire le condizioni di decoro urbano delle numerose aree verdi del nostro territorio per poterne poi usufruire un domani in totale serenità e sicurezza. Contemporaneamente – conclude l’Ass.re – inizieranno interventi di diserbo manuale o meccanico sui marciapiedi, percorsi pedonali e ciclabili del nostro centro storico per migliorarne la qualità e renderlo visibilmente più pulito'.

Forlì, 14 aprile. “Non è il momento di cedere alla tentazione e abbassare la guardia. Per continuare a garantire la tutela della salute pubblica, questa Amministrazione ha deciso di prorogare – fino al prossimo 3 maggio – la validità dell’ordinanza sindacale n°5 adottata lo scorso 3 aprile e inerente l’urgenza [...]

15 aprile 2020 0 commenti

Non solo sport. Coronavirus Italia: si scende. Steinmeier: ‘Noi Tedeschi, tenuti alla solidarietà con l’Europa’.

Non solo sport. Coronavirus Italia: si scende. Steinmeier: ‘Noi Tedeschi, tenuti alla solidarietà con l’Europa’. 'Oggi l'Unione europea ha di fronte a sé una sfida epocale, dalla quale dipenderà non solo il suo futuro, ma quello del Mondo intero. Non si perda l'occasione di dare ulteriore prova di solidarietà, anche ricorrendo a soluzioni innovative. L'alternativa è solo l'egoismo degli interessi particolari e la tentazione di un ritorno al passato, con il rischio di mettere a dura prova la convivenza pacifica e lo sviluppo delle prossime generazioni'. Così papa Giovanni nel messaggio 'Urbi et Orbi' di Pasqua. Recitato in una piazza San Pietro desolatamente vuota. Con li occhi del Mondo ( più che mai) attratti dal suo 'rumoroso silenzio'. 'Noi Tedeschi non siamo semplicemente chiamati a mostrare solidarietà all'Europa, siamo tenuti a farlo! No, questa pandemia non è una guerra. Non ci sono Nazioni che si oppongono ad altre Nazioni. Non ci sono soldati contro soldati. È un test di umanità. Mostriamo alle altre persone il meglio che è dentro di noi. E per favore mostriamolo anche a tutta l'Europa'. La Germania non potrà affatto uscire in salute e forte dall'emergenza del Coronavirus, se il resto d'Europa non potrà fare altrettanto'. Così il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier in uno straordinario discorso alla nazione trasmesso in tivù. Steinmeier ha citato Bergamo e ha sentito Mattarella. Voci importanti, quelle di papa Giovanni e del presidente della Germania, alle quali dobbiamo unire quella, sempre più ascoltata, del nostro Presidente, oggi autorevole personaggio di riferimento di questa Europa messa a dura prova da un evento epocale, e che per 'sfiga' sua proprio in questo frangente è ricolma d' orbi e poareti di vario ceto, genere e colore. CORONAVIRUS ITALIA. Secondo il bollettino della Protezione civile aggiornato al 12 aprile , nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.677 nuovi guariti e 431 vittime in più. Sono 3.343 i malati ricoverati in terapia intensiva, 38 in meno rispetto a ieri .

LA CRONACA DAL DIVANO. ‘Oggi l’Unione europea ha di fronte a sé una sfida epocale, dalla quale dipenderà non solo il suo futuro, ma quello del Mondo intero. Non si perda l’occasione di dare ulteriore prova di solidarietà, anche ricorrendo a soluzioni innovative. L’alternativa è solo l’egoismo degli interessi particolari [...]

13 aprile 2020 I commenti sono disabilitati

Forlì. Buoni spesa: arrivate oltre 2000 domande. Sono 16 gli esercizi commerciali già convenzionati.

Forlì. Buoni spesa: arrivate oltre 2000 domande. Sono 16 gli esercizi commerciali già convenzionati. 'Analizzando la tipologia dei richiedenti- spiega l'assessore al Welfare Rosaria Tassinari - il 34% ha sospeso la propria attività autonoma (piccoli esercizi commerciali, bar, palestre ecc), il 15% è lavoratore subordinato che ha subìto la sospensione/cessazione del lavoro senza l’ausilio di ammortizzatori sociali, il 40% è disoccupato senza altri sostegni pubblici e l'11% si trova in stato di bisogno per altri motivi. Il valore complessivo dei buoni spesa effettivamente erogati a ciascun beneficiario va da un minimo di 100,00 € ad un massimo di € 450,00 €. Nei prossimi giorni si proseguirà nelle modalità di distribuzione dei buoni per arrivare entro venerdì a distribuirli ad almeno 300 beneficiari. L'erogazione avviene attraverso l'invio dei buoni spesa digitali assegnati alla email indicata nella domanda. I buoni spesa ricevuti via email vanno stampati e presentati alla cassa dell'esercizio commerciale scelto per gli acquisti, che leggerà il codice a barre riportato nel buono. In alternativa il buono spesa potrà non essere stampato ma esibito alla cassa attraverso il cellulare inquadrando il codice a barre. In via esclusiva, per quei beneficiari che non dispongono di un indirizzo email e di alcun altro supporto informatico i buoni saranno stampati dal Comune e consegnati con le modalità che saranno comunicate ai singoli beneficiari'. Di seguito l'elenco degli esercizi commerciali ( al momento) convenzionati.

Forlì, 8 aprile. “ Sono stati erogati i primi 68 buoni spesa per un totale di 16.075,00 €”.  A dare un primo parziale bilancio dei beneficiari della misura straordinaria di sostegno alimentare è l’ass.re al Welfare Rosaria Tassinari. “Analizzando la tipologia dei richiedenti, il 34% ha sospeso la propria attività [...]

9 aprile 2020 0 commenti

Misano Adriatico. Partita la distribuzione dei buoni per l’acquisto beni alimentari di prima necessità.

Misano Adriatico. Partita la distribuzione dei buoni per l’acquisto beni alimentari di prima necessità. Delle oltre 300 domande presentate, 263 hanno già ricevuto il via libera; le rimanenti richiederanno un’ulteriore analisi, poiché incomplete in alcune parti. Sono 140 i buoni distribuiti questa mattina dall’ufficio Servizi Sociali del Comune con l’ausilio della Protezione Civile. Giovedì 9 programmate altre 80 distribuzioni, le rimanenti avverranno venerdì. IMPORTANTE: ogni destinatario dei buoni deve attenersi rigorosamente all’orario di ritiro che gli è stato comunicato, ciò è fondamentale per evitare inutili code e situazioni di possibile contagio.Venerdì si esaurirà quindi la prima distribuzione. Le domande presentate in questi ultimi giorni, dopo la verifica saranno evase subito dopo Pasqua. La seconda tornata di distribuzione avverrà fra due settimane, fino ad esaurimento del plafond di circa 88.000 euro messo a disposizione dalla Protezione Civile. Ad ogni famiglia che ne ha titolo sono rilasciati due buoni da utilizzare nelle successive due settimane: € 50,00 per persone sole, € 80,00 per famiglie fino a 2 componenti, € 120,00 per famiglie fino a 3 componenti, € 160,00, per famiglie fino a 4 componenti, € 200,00, per famiglie di 5 e oltre componenti.

Misano Adriatico, mercoledì 8 aprile 2020 – E’ iniziata  la distribuzione dei buoni per il sostegno alimentare, dispensati dal comune di Misano Adriatico alle famiglie che hanno presentato richiesta la scorsa settimana. Delle oltre 300 domande presentate, 263 hanno già ricevuto il via libera; le rimanenti richiederanno un’ulteriore analisi, poiché [...]

9 aprile 2020 0 commenti

Forlì. Welfare: dal Comune misure straordinarie per le categorie più deboli. L’assistenza domiciliare.

Forlì. Welfare: dal Comune misure straordinarie per le categorie più deboli. L’assistenza domiciliare. ' Siamo intervenuti prima di tutto sui centri semi residenziali per anziani e per disabili le cui attività sono state sospese a seguito degli ultimi provvedimenti di carattere regionale. Volendo compensare il vuoto venutosi a creare con la chiusura dei centri diurni, ci siamo attivati da un lato con l'assistenza domiciliare per anziani di almeno un paio d’ore al giorno, dall’altro con la predisposizione di un pacchetto di posti di sollievo da riservare nelle prossime settimane agli utenti la cui gestione presso il proprio domicilio non sia possibile. Allo stesso modo abbiamo attivato l’erogazione, da parte degli stessi operatori dei centri diurni, del servizio domiciliare di assistenza per i casi più complessi di persone affette da disabilità. Infine – aggiunge l’ass.re Tassinari – grazie alla disponibilità dell’associazionismo di volontariato del nostro Comune, abbiamo messo in moto un servizio di consegna della spesa a domicilio, riservato alle persone anziane, per venire incontro alle limitazioni sulla mobilità imposte dall’ultimo Dpcm. Chi volesse usufruirne può contattare lo sportello sociale del nostro Comune al numero 0543712888 o tramite mail: sportellosociale@comune.forli.fc.it. Segnalo infine la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Federfarma e la Croce Rossa per la consegna gratuita dei farmaci a domicilio. Tutte queste iniziative, che rientrano in un quadro più ampio e complesso di politiche assistenziali promosse da questa Amministrazione per soccorre gli anziani, le famiglie dei centri diurni, gli indigenti e le categorie più fragili del nostro Comune'.

Forlì, 13 marzo. Per far fronte agli effetti della crisi di natura socio-assistenziale, innescata dal Coronavirsu, l’assessore al Welfare Rosaria Tassinari, in sinergia con i competenti servizi comunali, ha predisposto un piano di misure straordinarie per i più deboli. COMMENTO. “Siamo intervenuti prima di tutto sui centri semi residenziali per anziani e per disabili le [...]

13 marzo 2020 0 commenti