Rimini & Dintorni

 

Rimini. La Giornata della Memoria. Cerimonie, giornata di studio per le scuole e tante altre iniziative.

Rimini. La Giornata della Memoria. Cerimonie, giornata di studio per le scuole e tante altre iniziative. In chiusura della settimana - per venerdì 28 gennaio, l’Istituto per la storia della Resistenza, ha realizzato due strumenti, pensati per studenti e cittadini, entrambi consultabili online, allo scopo di conoscere e approfondire la Shoah. Si tratta di un percorso espositivo, ampliabile di anno in anno, con documenti e fotografie degli anni trenta e quaranta per raccontare la persecuzione antiebraica a Rimini e Provincia e anche di una piattaforma di e-learning che permette, attraverso una serie di brevi video, di addentrarsi nei diversi temi che compongono la storia della persecuzione. Dal titolo 'Studiare la Shoah online. Gli strumenti a disposizione di studenti e cittadini' la presentazione – prevista per le ore 17 nella sala degli Arazzi - è a cura di ISRIC e si declina in un percorso espositivo digitale su 'La persecuzione antiebraica nel riminese e nell’entroterra, 1938-1944' a cura di Patrizia Di Luca, Lidia Maggioli, Antonio Mazzoni, Francesca Panozzo ed un 'Percorso di formazione e auto-formazione Indifferenza: la strada per Auschwitz comincia qui' a cura di Francesca Panozzo. Infine è prevista, per l'uno febbraio, la presentazione del libro di Daniele Susini 'La Resistenza ebraica in Europa. Storie e percorsi, 1939-1945' con un dialogo con l’autore condotto da Laura Fontana responsabile Attività educazione alla Memoria (ore 17 sala degli Arazzi, Museo della Città). Lo spettacolo intitolato 'Flexus. E per questo io resisto', previsto sempre nell’ambito delle iniziative del 'Giorno della Memoria' al Teatro degli Atti il giorno 25 gennaio, e stato rinviato a martedì 12 aprile, alle ore 10.

RIMINI. Nella Giorno della Memoria - Giovedì 27 gennaio - è in programma alle ore 10 la cerimonia di deposizione di una corona di alloro al monumento dedicato alle vittime dei lager nazisti e di tutte le prigionie. Cerimonia, che si svolgerà nel parco ‘Ai Caduti nei lager 1943-1945′, in via Madrid, alla presenza delle [...]

25 gennaio 2022 0 commenti

Rimini. Giù il ‘muro’ della Stazione. Con sfondamento del sottopasso per un nuovo parco-piazza su via Carso.

Rimini. Giù il ‘muro’ della Stazione. Con sfondamento del sottopasso per un nuovo parco-piazza su via Carso. Un momento storico. Le opere inserite nel protocollo d’intesa tra comune di Rimini, Rete ferroviaria italiana, FS Sistemi urbani e regione Emilia Romagna e prevedono, oltre al prolungamento del sottopasso centrale, anche la riqualificazione del sottopasso ciclopedonale che collega a viale Principe Amedeo e la realizzazione del nuovo sottopasso lungo il percorso della ciclabile del parco Ausa. Lo ‘sfondamento’ del sottopasso centrale consentirà il superamento della separazione tra zona mare all’altezza viale Trieste e il rinnovato piazzale Cesare Battisti. Sarà un passaggio 'a uso promiscuo', sia da parte dei cittadini che lo useranno come percorso di attraversamento monte - mare, sia dei viaggiatori che si recano sui binari, garantendo così un flusso diretto tra l'area di sosta della Stazione ferroviaria e la Marina. Le opere prevedono anche la riorganizzazione dell’atrio storico della stazione, con la predisposizione di nuovi percorsi pedonali e di sistemi automatizzati (scale mobili e ascensori) per garantire la piena accessibilità e funzionalità. I tempi di esecuzione dell'intervento di sfondamento del sottopasso sono valutati in circa 24 mesi. 'Abbattendo questo muro dimezziamo la distanza dalla Stazione al mare' spiega il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad.

  RIMINI. Con l’avvio formale dei lavori per lo ‘sfondamento’ del sottopasso centrale della Stazione ferroviaria, prende il via oggi una serie di interventi destinati a rivoluzionare l’accessibilità, la qualità urbana e i collegamenti di una delle porte di accesso della città. Un momento storico per un intervento illustrato dal sindaco [...]

18 gennaio 2022 0 commenti

Rimini. Urp 2021: oltre 15 mila telefonate, 6700 segnalazioni, tante WhatsApp e 1500 credenziali Spid.

Rimini. Urp 2021: oltre 15 mila telefonate, 6700 segnalazioni, tante WhatsApp e 1500 credenziali Spid. Sono state in tutto 15.305 le telefonate ricevute nel 2021 e si sono concentrate soprattutto sugli obblighi per i cittadini legati all’andamento della pandemia, oltre alle consuete domande sulle modalità di erogazione dei servizi, i procedimenti, le scadenze e in generale il dettaglio sulle competenze e le funzioni dei singoli uffici, le autocertificazioni da compilare e ancora sulle diverse agevolazioni, i buoni economici da sfruttare e i servizi offerti per i cittadini. In particolare, per il secondo anno consecutivo l’attività degli informatori dell’Urp si è concentrata sullo Spid, il sistema pubblico di identità digitale eseguendo, nel corso del 2021, 1493 attività legate alle credenziali Spid, incluso il riconoscimento allo sportello. Tramite appuntamento, nella giornata del giovedì pomeriggio l'ufficio ha aiutato a registrare circa 140 persone al portale Lepida.it. Il servizio è ancora attivo il giovedì pomeriggio, previo appuntamento al telefono 0541/704704. Attraverso il servizio di facilitazione, il martedì mattina nella sede del Laboratorio aperto, sono state offerte circa 30 ore di assistenza all'uso dello Spid (come accedere con lo Spid ai vari portali della pubblica amministrazione in particolar modo al fascicolo sanitario, come scaricare e usare l'app di Lepida, come ricaricare i propri documenti scaduti o variare la password). Anche questo servizio è ancora attivo previo appuntamento al telefono 0541/704704. Sono stati due i laboratori di gruppo realizzati sempre per aiutare nell'autocompilazione della registrazione Spid.

RIMINI. L’attività dell’Ufficio relazioni con il Pubblico del comune di Rimini si conferma punto di riferimento per le richieste di informazioni e contatto col cittadino. Un’attività che il front-office di piazza Cavour ha potuto svolgere, nel secondo anno di pandemia, senza particolari interruzioni, a differenza di quanto accaduto nel 2020 [...]

12 gennaio 2022 0 commenti

Rimini. Tanto di molto. Prosa, opera, ‘Fellini e l’ombra’ al Cinemino, Tonino Guerra e il mito Francesca.

Rimini. Tanto di molto. Prosa, opera, ‘Fellini e l’ombra’ al Cinemino, Tonino Guerra e il mito Francesca. Dal 14 gennaio si alza il sipario sul secondo atto della stagione di prosa del teatro Galli con ‘Orgoglio e pregiudizio’ di Jane Austen, per la prima volta rappresentato a teatro in Italia, con la compagnia guidata da Arturo Cirillo, per proseguire poi con Silvio Orlando che calca le scene con lo spettacolo 'La vita davanti a sé' di Romain Gary. Da sabato 15 gennaio parte anche la prevendita biglietti per la Stagione d’opera 2022 del teatro Galli che presenta Manon Lescaut (11 e 13 febbraio) e Don Giovanni (11 e 13 novembre). A corollario delle celebrazioni della nascita del regista riminese (20 gennaio) torna la rassegna Fellini Open con una serie di iniziative a partire dal 17 gennaio come il documentario di Catherine McGilvray, presente alla serata al cinema Fulgor, 'Fellini e l'ombra' e le proiezioni dei film di Fellini al Cinemino nel palazzo del Fulgor. E poi ancora visite guidate nei luoghi identitari di Rimini, dal Fellini Museum, al Part, al teatro Galli e alla scoperta di una Rimini medioevale tra cavalieri templari, santi ed eretici. Da non perdere la mostra “Nel mondo di Tonino Guerra” che sarà visitabile fino al 23 gennaio nelle sale dell’Ala di Isotta di Castel Sismondo, a cura di Luca Cesari, e che testimonia il terzo tempo della vita e dell’arte del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra che per tanti anni lavorò al fianco di Federico Fellini. E 'La commedia immaginata' al Museo della Città, che, attraverso venti preziose Divine Commedie illustrate stampate dal XV secolo ai giorni nostri, selezionate tra le più di mille edizioni antiche e moderne dell’opera dantesca, propone l’evoluzione del mito di Francesca da Rimini, in una narrazione attraverso le immagini.

RIMINI. Anche se le festività natalizie sono terminate, a Rimini c’è ancora una settimana per pattinare a due passi dal mare: è stata infatti prorogata fino a domenica 16 gennaio l’apertura della pista di pattinaggio su ghiaccio in piazzale Fellini, nel cuore di Marina Centro. Dal 14 gennaio si alza [...]

11 gennaio 2022 0 commenti

Misano Adriatico. A metà gennaio una sezione Nido part time. Per dare una risposta alle nuove richieste.

Misano Adriatico. A metà gennaio una sezione Nido part time. Per dare una risposta alle nuove richieste. Nell’ultimo Consiglio comunale dell’anno, nell’ambito dell’approvazione del Bilancio, presentato dalla Giunta di Misano un emendamento per l’istituzione di una sezione di asilo nido part-time, a cui ha fatto seguito una delibera, approvata all’unanimità. L’intervento si è reso necessario di fronte all’aumento delle domande degli ultimi due anni, dipendente in particolare dal contributo regionale che, nell’ambito del progetto ‘Al nido con la Regione’, consente un abbattimento delle rette fino all’80 per cento. La lista d’attesa, quest’anno, conta 22 bambini, di cui 16 nella fascia dei medi. L’amministrazione comunale di Misano Adriatico ha pertanto deciso di intervenire con l’istituzione di una sezione part-time (orario 8 – 13), che potrà accogliere 9 bambini della fascia intermedia, in ordine di graduatoria. La nuova sezione, allestita all’interno dell’asilo nido di Misano, sarà attiva da metà gennaio fino al 31 agosto.

Misano Adriatico, 31 dicembre 2021 – Nell’ultimo Consiglio comunale dell’anno, nell’ambito dell’approvazione del Bilancio, è stato presentato dalla Giunta di Misano un emendamento per l’istituzione di una sezione di asilo nido part-time, a cui ha fatto seguito una delibera, approvata all’unanimità. L’intervento si è reso necessario di fronte all’aumento delle [...]

3 gennaio 2022 0 commenti

Rimini. Ambiente e commercio. I ‘Viali delle Regine’ compresi i viali Vespucci e Principe di Piemonte.

Rimini. Ambiente e commercio. I ‘Viali delle Regine’ compresi  i viali Vespucci e Principe di Piemonte. La riqualificazione dell'asse commerciale dei cosiddetti 'Viali delle Regine'- compresi viale Vespucci e viale Principe di Piemonte - è un’opere estesa sul tutto l’asse commerciale della zona mare sud che parte da Marina centro fino a Miramare, un’area strategica con valenza viabilistica, commerciale, integrata alla spiaggia e al sistema turistico ricettivo degli hotel. Questo patrimonio pubblico che necessita di riqualificazione, costituisce una forte opportunità di sviluppo e rinnovamento dell'offerta turistica con più moderni e adeguati livelli di qualità urbana, territoriale, socio-economica e ambientale, per dare risposte più adeguate al mutamento delle necessità dell'offerta commerciale, di servizi e anche alle esigenze dei turisti e residenti. La strategia di rigenerazione urbana, che è suddivisa 4 tratti -viale Vespucci, viale Regina Elena, viale Regina Margherita e viale Principe di Piemonte - viene organizzata in fasce orizzontali funzionali, ovvero quella del viale pedonale; la fascia a verde con sedute e sosta auto-moto, che ospitano a tratti l’inserimento di pocket spaces per verde o per dehors; la fascia per la carreggiata a doppio senso di marcia; e quella per il marciapiede lato mare. Il corposo intervento - che avrà un costo complessivo stimato in 10 milioni di euro e verrà candidato ai bandi relativi agli interventi di rigenerazione urbana - ha già visto nella prima fase (conclusa nel 2021) la realizzazione del primo tratto di via Regina Elena, compreso tra viale Tripoli e via Giusti e prevede, per l’annualità 2022, l’avvio della progettazione esecutiva. Gli interventi sono previsti senza variare gli stalli parcheggio auto, in analogia al primo intervento effettuato.

  RIMINI. Con la definizione di tutti gli atti amministrativi la Giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la ‘Riqualificazione assi commerciali Lungomari Rimini Sud‘, l’importante intervento compreso nel  ‘Programma triennale dei Lavori pubblici 2022/2024′. La riqualificazione dell’asse commerciale dei cosiddetti  ‘Viali delle Regine’- compresi viale [...]

27 dicembre 2021 0 commenti

Rimini. Lavori al ‘R. Neri’: nuovi il manto erboso e la copertura della tribuna del settore Distinti.

Rimini.  Lavori al ‘R. Neri’: nuovi il manto erboso e la  copertura della tribuna del  settore Distinti. In particolare gli interventi previsti riguardano - in riferimento al Lotto 1 - il rifacimento con sostituzione di quello attuale, del manto erboso per la risoluzione dei problemi di usura del manto stesso e per migliorare il comfort e le prestazioni degli sportivi. Il campo da calcio in erba sintetica di ultima generazione permette infatti di sfruttare al massimo l’impianto, indipendentemente dal clima, riducendo i costi rispetto ad un campo con manto in erba naturale. Il secondo intervento previsto nel progetto di riqualificazione dello stadio - Lotto 2 - riguarda invece la realizzazione della copertura della tribuna del settore Distinti, un’opera che mira a coniugare la necessità di un’adeguata protezione per gli spettatori con una gradevole soluzione di impatto visivo. La proposta di una struttura in acciaio è stata pensata anche per essere di facile attuazione con tempi ridotti di posa rispetto ad un’opera in cemento armato. Una copertura, prevista con struttura in due moduli, nell’ottica di un eventuale futuro intervento di ampliamento del settore Distinti. Il progetto, che rientra nel Programma triennale dei Lavori pubblici 2022/2024, avrà un costo complessivo di 2.500.000 euro di cui 477.500 per la sostituzione del manto sintetico.

  RIMINI. Con l’approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica, la Giunta comunale, ha dato il via al percorso di riqualificazione dei lotti 1 e 2 dello stadio Romeo Neri. Due importanti interventi che riguardano la sostituzione del manto sintetico del campo da gioco e la realizzazione di una [...]

23 dicembre 2021 0 commenti

Cattolica. Mercoledì 29 dicembre, va in scena alla ‘Regina’ il nuovo ‘Schiaccianoci’. Altri appuntamenti.

Cattolica. Mercoledì 29 dicembre, va in scena alla ‘Regina’ il nuovo   ‘Schiaccianoci’.  Altri appuntamenti. Lo Schiaccianoci è magico, incanta il pubblico da sempre ed è il balletto natalizio per eccellenza, ma la produzione del Balletto di Milano è anche qualcosa di più. Realizzato nello stile che contraddistingue la nota compagnia milanese e considerato una delle più belle versioni del celebre balletto tutta made in Italy, è uno Schiaccianoci in cui, non solo si ritrova quanto ci si aspetta, dall’albero di Natale, ai topi e soldatini, alle tanto attese danzatrici in punta e tutù, ma si è condotti in un’atmosfera fiabesca di straordinaria eleganza che ha conquistato tante platee nel mondo. Non il consueto ballettone, ma una favola dal gusto attuale che riesce comunque a far sognare. Bellissima la mise en scene di Marco Pesta, dallo stile anni ’20 dai toni pastello del salone della festa natalizia dove domina luccicante l’albero di Natale, all’onirica atmosfera dei fiocchi di neve, all’esplosione di colori per le danze del divertissement e del celeberrimo Valzer dei fiori. Appare abbagliante la coppia dei protagonisti, in una coreografia ricca di virtuosismi che ne sottolinea l’eccezionale bravura. Coppia in scena e di vita, Giordana Roberto e Germano Trovato vestono i panni di Clara e del Principe.Altri appuntamenti: venerdì 14 gennaio 2022 ' La sagra famiglia' di e con Paolo Cevoli; martedì 18 gennaio 2022 'Così parlò Bellavista' con Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetto Casillo. Ambasciatore della danza italiana con i suoi straordinari spettacoli nel mondo, il Balletto di Milano è considerato tra le migliori compagnie di danza italiane. Altri appuntamenti: venerdì 14 gennaio 2022 La sagra famiglia di e con Paolo Cevoli; martedì 18 gennaio 2022 Così parlò Bellavista con Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetto Casillo.

Cattolica (RN), 23 dicembre 2021 – Mercoledì 29 dicembre va in scena al teatro della Regina di Cattolica (ore 21.15) Lo schiaccianoci, che nella rivisitazione del Balletto di Milano è un tripudio di gioia e colori. Svecchiato da obsoleti manierismi ha nella spumeggiante coreografia, nell’originale ambientazione e nella vivace interpretazione alcuni [...]

23 dicembre 2021 0 commenti

Riccione. Viale Ceccarini accende una nuova insegna. Sulle ceneri del Frankly apre ‘Losteria del pesce’.

Riccione. Viale Ceccarini accende  una nuova insegna. Sulle ceneri del Frankly apre ‘Losteria del pesce’. Il locale, con annesso laboratorio gastronomico per la preparazione artigianale di tutti i prodotti, aprirà al civico 113 di viale Ceccarini dove già si era affacciato quest’estate con un temporary restaurant. L’offerta culinaria, avvinta - come le precedenti esperienze - alla tradizionale cucina di pesce, si basa su tre principi essenziali: tecnica, innovazione e tradizione. Tre punti cardine così come tre sono le anime - tutte con prestigiose credenziali - che compongono questo ambizioso progetto: in primis, il pugliese Cosimo Milanese, delegato regionale Ristoworld Italy e chef-excutive di molti locali stellati. Specializzato in chimica degli alimenti e cucina scientifica, Milanese è un tecnico Sous Vide presso l’istituto Enrico Fermi di Bastia Umbra. In questa nuova esperienza, sarà affiancato dall’emergente Stefano Paci (discendente della storica pasticceria 'Vecchi' di Rimini) formatosi nelle Hell’s Kitchen del masterchef scozzese Gordon Ramsay. La terza mente del progetto è lo chef Vincenzo Cammerucci, creatore nei primi anni ’90 del Bistrot Claridge, per cinque anni simbolo della ristorazione della riviera romagnola e, da tanti anni, punto di riferimento per molti giovani chef. Cammerucci è stato anche un precursore del 'chilometro zero', ovvero il format del ristorante con annessa azienda agricola in cui coltivare - in proprio e secondo processi rigorosamente bio - tutte le materie prime.

RICCIONE. Si accende una nuova insegna nel cuore di Riccione. Il prossimo 22 dicembre, sulle ceneri del vecchio Frankly, inaugura ‘Losteria del pesce by KFO’, ultima creazione dell’imprenditore della ristorazione Gabriele Urbinati, già titolare sul porto canale del Kalamaro Fritto Osteria e del Caffè del Porto di Riccione ed inventore [...]

23 dicembre 2021 0 commenti

Rimini. Bike to work, progetto di fattibilità sulla viabilità e accessibilità di piazzale Cesare Battisti.

Rimini. Bike to work,  progetto di fattibilità sulla viabilità e accessibilità di piazzale Cesare Battisti. L’intervento si inserisce nel complessivo piano che interessa l’hub di piazzale Battisti, al centro di un processo di trasformazione urbana e risponde agli obiettivi del progetto regionale Bike to work, iniziativa che sostiene la realizzazione di opere e infrastrutture utili a promuovere la mobilità sostenibile nelle città e incoraggiare l’uso della bici negli spostamenti quotidiani casa-lavoro e casa-scuola. Il progetto approvato dalla Giunta prevede l’intervento nella parte monte del piazzale, con lavori in continuità con quelli già in corso. È previsto il completamento della riorganizzazione del transito ciclopedonale lungo i marciapiedi di collegamento Stazione-Mare e Stazione-Città e di mettere in connessione le piste ciclabili presente su via Roma e Porto canale alla nuova piazza della Stazione e alla Velostazione. Si andranno quindi a realizzare piazzole di sosta del Tpl e si separerà la viabilità ciclabile da quella pedonale in piazzale Cesare Battisti. Lavori che consentiranno di potenziare la sicurezza delle infrastrutture, favorendone quindi l’utilizzo da parte di pedoni e ciclisti e incentivando l’intermodalità, grazie anche ai servizi offerti dalla Velostazione.

RIMINI. Prosegue l’intervento di riorganizzazione della viabilità e dell’accessibilità del trasporto pubblico in piazzale Cesare Battisti, porta di accesso alla stazione ferroviaria di Rimini. Nell’ultima seduta la giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità per il miglioramento della fruibilità dei percorsi ciclabili e pedonali che collegano il piazzale e [...]

23 dicembre 2021 0 commenti