Rimini & Dintorni

 

Rimini. Nell’attesa della Carovana rosa. Nel giorno della festa del Patrono, l’arrivo del Giro d’Italia.

Rimini. Nell’attesa della Carovana rosa. Nel giorno della festa del Patrono, l’arrivo del Giro d’Italia. Ad attendere i ciclisti in gara una città che, nel giorno in cui si festeggia il patrono, si tingerà di rosa: dal porto di Rimini che saluterà il Giro con una gigantesca scritta a terra ‘RIMINI’ in rosa (delle dimensioni di 8×25 metri), al TNT che sarà montato sul ponte galleggiante parallelo al ponte di Tiberio con la scritta ‘RIMINI❤BIKE’, della grandezza 2.3 x 25 metri. La rotonda di piazzale Fellini darà il benvenuto ai campioni delle due ruote che le sfrecceranno davanti con l’installazione di una grande bici (10 x 10 metri) simbolo del Giro d'Italia. A dare il benvenuto al Giro, non poteva mancare la spiaggia: Piacere spiaggia Rimini insieme al Bagno 26 saluteranno l’arrivo del Giro con due maxi scritte RIMINI composte da uno dei simboli più riconoscibili della città, gli ombrelloni. Una scritta sarà allestita fra i bagni 23 e 26 e l’altra fra i bagni 57 e 59, ciascuna ampia circa 26x55 metri. Un benvenuto speciale che non mancherà di catturare l’attenzione dei due elicotteri da ripresa della Rai che seguiranno dall’alto tutta la gara. Anche i monumenti sono stati accesi di rosa: a partire dal giorno prima dell’arrivo della gara, Castel Sismondo, la fontana dei Quattro Cavalli e le nuove rotonde saranno illuminate di rosa per tenere alta l’attesa sull’arrivo dell’undicesima tappa, lunga 182 km, che costeggia il mare delle Marche e della Romagna in tratti quasi completamente pianeggianti. Eccetto una breve scalata del monte San Bartolo, salendo da Pesaro, saranno infatti una serie di facili saliscendi fra Misano Monte, Coriano, Cerasolo e Santarcangelo a portare gli atleti, all'inseguimento della maglia rosa, fino a Rimini. Saranno proprio le strade di Rimini, negli ultimi chilometri della tappa, il tratto più impegnativo. Su strade ampie e ben pavimentate il percorso affronta un susseguirsi di cambi di direzione con una strettoia a circa 2.500 m dall’arrivo ed una grande svolta tramite due ampie curve, l'ultima delle quali immette nel rettilineo finale, il lungomare Murri, che taglia il traguardo in piazza Alberto Marvelli. Qui sarà allestito il Quartiertappa, il villaggio che accompagna i campioni tappa dopo tappa.

RIMINI. È in arrivo a Rimini la carovana rosa del Giro d’Italia, una volata che percorre ed unisce l’Italia da 110 anni a questa parte, la prima a disputarsi nel mese di ottobre. Rimini, mercoledì 14 ottobre, sarà una sorta di giro di boa per la competizione, con l’arrivo dell’undicesima [...]

13 ottobre 2020 0 commenti

Santarcangelo d/R. Per una intera settimana l’ omaggio al Giro d’Italia. Pedalata, addobbi e proposte.

Santarcangelo d/R. Per una intera settimana l’ omaggio al Giro d’Italia. Pedalata, addobbi  e proposte. Mercoledì 14 ottobre nella 11a tappa (Porto Sant’Elpidio – Rimini), con una pedalata in Valmarecchia, addobbi, aperitivi e proposte commerciali dedicati alla manifestazione sportiva. Da lunedì 12 ottobre, per l’intera settimana, le attività economiche saranno dunque addobbate a tema e proporranno apertivi rosa e altri omaggi al Giro d’Italia. Mercoledì 14 ottobre, giorno della manifestazione, l’assessorato al Turismo propone invece una pedalata lungo i percorsi di Explore Valmarecchia: alle 10,30 il gruppo si ritroverà in piazza Ganganelli e partirà alla volta di San Leo e Verucchio per un percorso di 55 chilometri con un dislivello di 800 metri. Dopo una sosta per uno spuntino a Verucchio (ore 13,30), il gruppo tornerà a Santarcangelo per assistere al passaggio del Giro d’Italia di fianco all’arco Ganganelli. Per partecipare all’iniziativa non occorre la prenotazione, ma è obbligatorio l’uso del casco (per maggiori informazioni: l.torsani@comune.santarcangelo.rn.it). A salutare il passaggio dei ciclisti professionisti, in piazza Ganganelli e sul municipio campeggeranno grandi manifesti e striscioni rosa.

SANTARCANGELO d/R. Per una settimana la città di Santarcangelo rende omaggio al Giro d’Italia, che passerà in alcune vie del territorio comunale proprio mercoledì 14 ottobre nella 11a tappa (Porto Sant’Elpidio – Rimini), con una pedalata in Valmarecchia, addobbi, aperitivi e proposte commerciali dedicati alla manifestazione sportiva.  Da lunedì 12 [...]

12 ottobre 2020 0 commenti

Santarcangelo d/R. Mercoledì 14 ottobre transita il Giro d’Italia. Modifiche alla viabilità e alla sosta .

Santarcangelo d/R. Mercoledì 14 ottobre transita  il Giro d’Italia. Modifiche alla viabilità e alla sosta . Nel dettaglio, il gruppo sportivo, proveniente dalla frazione di San Martino in Venti, transiterà per via Trasversale Marecchia (SP49) e raggiungerà il centro città passando dalle vie Scalone, Berlinguer, Celletta dell’Olio (nel tratto compreso tra via Berlinguer fino alla rotatoria tra le vie Cupa e Marini). Proprio raggiunto viale Marini, i ciclisti proseguiranno nelle vie Garibaldi e Mazzini fino all’incrocio con via Braschi. Da qui proseguiranno per la medesima via Braschi fino alla via Emilia (SS9) in direzione Rimini. A partire dalle 8 fino alle 17 di mercoledì 14 ottobre, nelle vie interessate dal passaggio del Giro d’Italia entrerà quindi in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati, mentre dalle 13,20 alle 16,30 circa, sono previste limitazioni al transito e conseguenti disagi. Per agevolare gli spostamenti di automobili e motocicli, il Servizio viabilità e il comando di Polizia locale hanno individuato alcuni punti in cui, compatibilmente con il passaggio dei ciclisti, sarà possibile attraversare le strade interessate dalla manifestazione. Tali attraversamenti – presidiati dagli agenti della Polizia locale che autorizzeranno o meno gli automobilisti a procedere – si troveranno in via Trasversale Marecchia (all’incrocio con la via Marecchiese), in via Berlinguer (all’altezza della rotatoria con via Togliatti e Scalone), in via Celletta dell’Olio (all’incrocio con le vie Capri e Sancisi), via Mazzini (all’intersezione con via Cabina), in via Braschi (all’intersezione con via Pedrignone), in via Emilia (all’incrocio con le vie Gronda e Tosi).Per quanto riguarda invece i percorsi consigliati per il traffico pesante, i mezzi provenienti dalla A14 e diretti in Alta Valmarecchia potranno uscire al casello di Rimini Sud e procedere sulla Marecchiese, mentre quelli diretti a Savignano potranno uscire al casello Valle del Rubicone.

SANTARCANGELO d/R. Mercoledì 14 ottobre il Giro d’Italia transiterà da Santarcangelo per l’11a tappa Porto Sant’Elpidio – Rimini: per consentire il passaggio dei ciclisti, sono previste modifiche al traffico, alla sosta, al trasporto scolastico e al servizio di trasporto pubblico locale di Start Romagna.  Nel dettaglio, il gruppo sportivo, proveniente [...]

8 ottobre 2020 0 commenti

Rimini. Venti telecamere Ocr per la lettura delle targhe in 16 varchi della città. Scelto il progetto Safety 24.

Rimini. Venti telecamere Ocr per la lettura delle targhe in 16 varchi della città. Scelto il progetto Safety 24. Il sistema OCR sarà attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e presidierà 16 varchi grazie a 20 telecamere che leggeranno ed archivieranno sul server centrale il numero di targa dei veicoli in transito. Questi sistema consentirà di integrare e completare l'attuale impianto di videosorveglianza, offrendo un valido supporto alle attività di indagine delle Forze dell'ordine.I 16 varchi che si intendono presidiare con l’installazione del sistema OCR di lettura targhe su entrambi i lati di marcia, sono via della Repubblica; via Orsoleto /via Solarolo; SS 16 - confine sud Riccione; via Pulle - confine sud Riccione; via Principe di Piemonte - confine sud Riccione; SS16 - confine nord Igea Marina; via Tolemaide - confine nord Igea Marina; via Montescudo – Gaiofana; Santa Aquilina - via Amola; via S.Cristina / S.Martino in Venti; via Marecchiese localita Corpolò; via Coriano Villaggio S.Martino; via Emilia Santa Giustina; via Marecchiese / via Rossa; via Coriano / via San Salvatore Osteria del fiume; via Montescudo / via Bidente.

RIMINI. Un sistema di videosorveglianza diffuso per presidiare gli accessi e le uscite dalla città, dal confine con Riccione a quello con Bellaria e che toccherà tutto il perimetro del territorio comunale su 16 varchi serviti da 20 telecamere: è il progetto che la Giunta comunale ha deciso di candidare [...]

7 ottobre 2020 0 commenti

Rimini. Dragaggio del porto canale. Approvato il II stralcio. L’obiettivo: portare i fondali a ‘meno 5 metri’

Rimini. Dragaggio del porto canale. Approvato il II stralcio. L’obiettivo: portare i fondali a ‘meno 5 metri’ Approvato il secondo stralcio del progetto definitivo denominato 'Dragaggio del porto canale di Rimini anni 2018 e 2019 - 1^ e 2^ stralcio', lavori che prevedono appunto il dragaggio del porto canale nel tratto compreso tra l’ingresso della darsena e lo squero del Club Nautico. L’obiettivo è quello di riportare la quota dei fondali a circa ‘meno 5 metri’, in quanto, in base a rilevazioni fatte nel gennaio 2016, si attestava attorno ai ‘meno 4’ e ‘meno 4 metri e mezzo’. Nei prossimi gironi è prevista anche l’approvazione di un altro progetto di dragaggio, riferito ad altra zona del porto canale più a monte. Questo secondo progetto, denominato 'Dragaggio del porto canale di Rimini anni 2019 e 2021 - 1^ e 2^ stralcio', riguarderà il tratto compreso tra la Capitaneria di porto e i 'Giardini della Capitaneria di porto', per riportare la quota dei fondali - anche in questo caso - a circa ‘meno 5 metri’.

RIMINI. La Giunta comunale ha approvato il secondo stralcio del progetto definitivo denominato ‘Dragaggio del porto canale di Rimini anni 2018 e 2019 – 1^ e 2^ stralcio‘, lavori che prevedono appunto  il dragaggio del porto canale nel tratto compreso tra l’ingresso della darsena e lo squero del Club Nautico. [...]

6 ottobre 2020 0 commenti

Rimini. Un ottobre mai così ricco. Dalla ‘Madonna Diotallevi’ alla ‘Settimana d’arte’ al Giro d’Italia.

Rimini. Un ottobre mai così ricco. Dalla ‘Madonna Diotallevi’ alla ‘Settimana d’arte’ al Giro d’Italia. un’offerta culturale senza precedenti fra l’apertura dei Palazzi d’arte e la mostra dedicata a La Madonna Diotallevi di Raffaello, ai concerti della Sagra Malatestiana, passando per la festa del cinema ‘Settima arte’, la fiera più importante d’Italia dedicata al turismo TTG e, ovviamente, l’evento sportivo più atteso: il Giro d'italia. Sono già in attesa gli appassionati del ciclismo, ottobre è il mese che riporterà gli atleti delle due ruote a inseguire il sogno della maglia rosa del Giro d'Italia e Rimini è pronta ad accoglierli. Il 14 ottobre, Rimini ospiterà la tappa di arrivo della volata Sant’Elpidio-Rimini, un percorso che attraverserà la costa per tagliare il traguardo sul lungomare della città della Dolce vita. Ma non sarà solo la più importante manifestazione ciclistica nazionale a rendere straordinario l'inizio dell'autunno riminese. Da non perdere il nuovo sito museale di arte contemporanea PART- Palazzi dell'arte di Rimini, inaugurato il 24 settembre per restituire alla città, in un progetto unitario, la riqualificazione a fini culturali di due edifici storici nel cuore di Rimini con la collocazione permanente dell'eclettica raccolta di opere d’arte contemporanea donate alla Fondazione San Patrignano. Una raccolta frutto della prima grande iniziativa italiana di endowment e che oggi arricchisce il cuore storico di Rimini con opere dal respiro internazionale (il Part è aperto dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 19; sabato, domenica e festivi 10 – 19; lunedì non festivi chiuso https://palazziarterimini.it/). Sempre per gli amanti dell'arte, il 17 ottobre sarà inaugurata al Museo della città la mostra dedicata a La Madonna Diotallevi, un’opera giovanile di Raffaello che porta il nome del suo ultimo proprietario privato, il marchese riminese Audiface Diotallevi.

RIMINI. Un mese di ottobre mai così ricco di proposte: da un’offerta culturale senza precedenti fra l’apertura dei Palazzi d’arte e la mostra dedicata a La Madonna Diotallevi di Raffaello, ai concerti della Sagra Malatestiana, passando per la festa del cinema ‘Settima arte’, la fiera più importante d’Italia dedicata al [...]

29 settembre 2020 0 commenti

Rimini. Avviato il nuovo servizio mensa nelle scuole elementari. Oltre 2000 pasti, in piatti di porcellana.

Rimini. Avviato il nuovo servizio mensa nelle scuole elementari. Oltre 2000 pasti, in piatti di porcellana. I pasti serviti da lunedì mattina nelle elementari si aggiungono a quelli già consumati dalla settimana scorsa nelle scuole materne (circa 1.800 al giorno), raggiungendo la quota complessiva di 3.800 pasti serviti ogni giorno nelle mense scolastiche riminesi. Tante le novità apportate per il rispetto delle normative sanitarie e comportamentali di contrasto al Covid 19. Su tutte, la scelta riminese di servire il pasto direttamente in classe, su un unico piatto di porcellana appositamente preparato per ospitare tutte le pietanze. Un servizio più complesso e costoso, ma con alcune importanti annotazioni. Primo, il costo aggiuntivo non ricadrà sulle tasche delle famiglie ma sarà coperto dal comune di Rimini. Secondo, si tratta di risorse che avranno importanti ricadute occupazionali ed ambientali, in quanto prevede più personale impiegato per portare le pietanze direttamente in classe e per il lavoro di preparazione e pulizia, evitando il più possibile l’utilizzo della plastica. Nello specifico si tratta di dodici assunzioni in più da parte delle ditte appaltatrici per svolgere il servizio nelle nostre scuole, e dell’aumento del monte orario a disposizione per svolgere le mansioni previste.

RIMINI. È iniziata questa lunedì 28  per più di duemila studenti delle scuole elementari riminesi il servizio di mensa scolastica. Con loro, oggi, anche l’assessore ai servizi educativi del comune di Rimini, Mattia Morolli, che ha voluto verificare di persona il funzionamento delle mense delle scuole riminesi, fermandosi a pranzo [...]

28 settembre 2020 0 commenti

Santarcangelo d/R. Al via la 648 edizione della Fiera di San Michele. La prima degli eventi autunnali.

Santarcangelo d/R. Al via la 648 edizione della Fiera di San Michele. La prima degli eventi autunnali. Con un centinaio di espositori saranno dunque i mercati e le esposizioni i protagonisti dell’edizione 2020: per due giorni, dalle 8,30 alle 22 le vie del centro ospiteranno infatti la 'Fest-Agricola' con i prodotti delle aziende agricole del territorio, il 'Verde in piazza' con piante da orto, da giardino, aromatiche e grasse, il 'Mercato della salute' con prodotti naturali ed ecologici, il 'Mercatino di San Michele' e gli 'Artigiani creativi' con artigianato e opere dell’ingegno e la “Piccola campionaria”, molto apprezzata per le sue proposte di prodotti per la casa e la persona. Tornano anche, come di consueto, le giostrine per i bambini all’arena Supercinema mentre in piazza Marconi e Marini quattro punti ristoro proporranno piatti tipici romagnoli. A queste si aggiungono anche i dodici ristoranti del centro che hanno aderito alla 'Cipolla nel piatto', l’iniziativa che dal 25 settembre al 4 ottobre porterà nei menù di dodici ristoranti del centro la cipolla dell’acqua di Santarcangelo. Tra le iniziative collaterali alla Fiera, questo fine settimana la Pro loco propone, oltre alle consuete visite guidate, la Pro loco di Santarcangelo, 'La grotta dei tre sensi' che, grazie alla collaborazione numerosi artisti e musicisti, coniugherà la visita all’ipogeo monumentale con esperienze sensoriali legate a vista, udito e olfatto. Valmatrek organizza invece un percorso ricco di emozioni nei luoghi amati da Tonino Guerra e Dante Alighieri con una nottata sotto le stelle dell’Eco Park di Casteldelci. I visitatori alla Fiera di San Michele dovranno per quest’anno rispettare anche le normative anti-Covid.

SANTARCANGELO D/R. Santarcangelo si prepara per un ricco fine settimana di iniziative con l’antica ‘fiera degli uccelli’, in programma sabato 26 e domenica 27 settembre e con una organizzazione rivista alla luce dell’emergenza Covid-19. Per garantire la più completa sicurezza igienico-igienico sanitaria, la 648a edizione della manifestazione ha dovuto rinunciare [...]

25 settembre 2020 0 commenti

Rimini. Part, il week end di inaugurazione continua. In sold out le visite gratuite ai Palazzi dell’arte.

Rimini. Part, il week end di inaugurazione continua. In sold out le visite gratuite ai Palazzi dell’arte. Dopo la cerimonia di apertura , la festa per l’inaugurazione prosegue per tutto il fine settimana, con la possibilità fino a domenica di visitare gratuitamente i riqualificati palazzi del Podestà e dell’Arengo, oggi nuovo scrigno di arte e bellezza della città. Già praticamente sold out tutti i posti disponibili per accedere al Part, suddivisi in slot contingentati e a cadenza di mezz’ora, per consentire al pubblico di fruire di una visita in piena sicurezza. E’ comunque possibile rivolgersi al desk di accoglienza allestito all’esterno dei Palazzi per chiedere informazioni in caso di disdette o rinunce e per eventuali visite aggiuntive per gruppi ristretti che saranno organizzate se sarà possibile rispettare le misure di prevenzione sanitaria. Alta è stata anche l’attenzione dei media per questa apertura storica e simbolica insieme, che inaugura anche un nuovo rapporto tra pubblico e privato sociale, oltre che confermare il percorso intrapreso dalla città che pone la cultura al centro della riqualificazione e dello sviluppo della città. Tra i tanti articoli che la stampa specializzata ha dedicato al Part, la segnalazione di Wallpaper* magazine, la rivista di design tra le più famose al mondo. A parlare di Part anche il critico Vittorio Sgarbi, in diretta su La 7 dalle sale dei Palazzi, mentre tra gli ospiti della giornata di ieri non è passata inosservata è l’attrice turca icona dei film di Ferzan Ozpetek, Serra Yılmaz. Insieme a lei tante personalità del mondo culturale e imprenditoriale non solo della città, come il fondatore di Yoox Federico Marchetti.

RIMINI. I Palazzi dell’arte di Rimini si sono svelati alla città e la città ha risposto con entusiasmo. Sono centinaia le persone che da  hanno fatto ingresso al Part, il nuovo spazio museale che ospita la Collezione della Fondazione San Patrignano, raccolta di opere d’arte contemporanea donate da artisti, collezionisti [...]

25 settembre 2020 0 commenti

Rimini. Bilancio dell’estate 2020 con il sindaco Andrea Gnassi. Quando il Covid sarà una pagina di storia.

Rimini. Bilancio dell’estate 2020 con il sindaco Andrea Gnassi. Quando il Covid sarà una pagina di storia. Per Rimini, per la Riviera della Romagna, è stata allo stesso tempo un’estate di conferme e sorprese. Perché in pochissimi, a fine maggio, quando la colonnina degli arrivi e delle presenze segnava zero, si sarebbero attesi un flusso di persone consistente come quello registrato in città e soprattutto lungo la costa nei mesi di luglio, agosto e anche settembre. Rimini ha reagito con immediatezza all’apparente ineluttabilità di una stagione completamente perduta. Lo abbiamo fatto mettendo in campo collegialmente pubblico , privato, istituzioni, una strategia articolata in alcune interessanti iniziative al debutto... Prima di tutto il combinato disposto tra la campagna promozionale ‘La Romagna è il sorriso degli italiani’ e alcuni progetti come ‘Open Space’ per dare la possibilità agli operatori turistici di ‘allargare’ le proprie attività all’aperto, in modo da non subire eccessivamente le prescrizioni di contrasto al Covid 19. Tempo e spazio, avevamo intuito. Più spazio per fruire di più servizi in un tempo più lungo. Con l’advertising e gli spot televisivi, coordinati tra Regione, APT, Visit Romagna e Comuni, siamo tornati massicciamente a presidiare il mercato italiano, avendone immediati e positivi riscontri. Credo che questa misura debba essere strutturata, potenziata, diffusa almeno sino a tutto il 2022, affinandone le caratteristiche ma tenendo fermo l’obiettivo di fondo di consolidare il mercato italiano ed europeo che saranno un riferimento sicuramente almeno per il prossimo anno. Così come il progetto ‘Open Space’ cultura, socialità, servizi, ristorazione in luoghi aperti, è uno strumento ‘made in Rimini’ che ha dato risultati brillanti, a detta degli stessi operatori e che anch’esso va prolungato e strutturato. Lavoreremo su questo già da subito ...

 RIMINI. “Non dimenticheremo mai l’estate che, ufficialmente, da oggi ci siamo messi alle spalle. Mai. Mai vista, infatti, in precedenza per timori, per impatto reale, per il dibattito e gli argomenti di dibattito, per gli effetti che lascia a breve, medio e lungo termine: la vacanza ai tempi del Covid [...]

21 settembre 2020 0 commenti